Meloni contro ‘Imagine’ di Lennon: “Bella canzone, se non capisci l’inglese”

"È l'inno dell'omologazione mondialista", dice la leader di Fratelli d'Italia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
ROMA – “È una canzone bellissima, se uno non capisse l’inglese“. Giorgia Meloni non risparmia le critica alla canzone ‘Imagine‘ di John Lennon durante un’intervista di Luca Telese su La7. “È l’inno dell’omologazione mondialista“, sottolinea la leader di Fratelli d’Italia.
 “Il mainstream si scandalizza perché non mi piace il testo della canzone- si legge sui social- Confermo. Non sogno un mondo nel quale non ci siano gli Stati, la religione, addirittura il paradiso. Perché io credo che l’identità sia un valore, nazionale, religioso, familiare. Senza identità noi non siamo nulla, se non perfetti consumatori omologati, buoni per i prodotti delle grandi multinazionali. E sì, io credo nel paradiso, e sono contenta che ci sia. Perché, per chi crede, non ha senso provare a essere migliori se non ambisci ad avvicinarti a Dio”.
E, in ultimo, “non sogno un mondo senza proprietà privata. Perché il socialismo reale è già stato sperimentato, in posti come l’Unione Sovietica. E non è andata bene.
You may say I’m a dreamer, but I’m not the only one'”, conclude Meloni.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

23 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»