Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma, maltempo provoca disagi per i pendolari sui treni

A rendere tutto piu’ complicato le ulteriori difficolta’ nel nodo di Termini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Mattinata di passione per i pendolari che questa mattina hanno cercato di raggiungere Roma con i treni. Il temporale che ha interessato in particolare le zone a sud della Capitale ha provocato diversi disagi alla circolazione ferroviaria. A causa di “inconvenienti tecnici alle infrastrutture ferroviarie tra Ciampino e Casilina”, probabilmente causati da un fulmine, le linee FL4 e FL6 hanno subito ritardi, cancellazioni o variazioni di percorso.

Problemi dunque per le tratte Roma-Frascati, Roma-Albano Laziale e Roma-Velletri e sulla linea Roma-Cassino, che raccoglie i pendolari di Frascati, Colonna, Valmontone e Colleferro. Non esente da disagi anche la FL7, la Roma-Latina, sempre per “inconvenienti tecnici all’infrastruttura ferroviaria” ma questa volta “in prossimita’ della stazione di Pomezia”.  A rendere tutto piu’ complicato, le ulteriori difficolta’ nel nodo di Termini: rallentato, con ritardi fino a 60 minuti, il traffico ferroviario sulla linea Alta velocita’ Roma-Napoli per un problema alla linea elettrica di alimentazione dei treni fra Roma Termini e Roma Prenestina provocato dalle scariche atmosferiche che hanno interessato la zona.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»