Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

India, abolita l’iva sugli assorbenti: una questione di diritti

Un passo atteso e necessario sulla via delle pari opportunità in India
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un passo atteso e necessario sulla via delle pari opportunità in India: è il giudizio espresso da ong e associazioni per i diritti delle donne dopo la revoca dell’Iva sugli assorbenti, accessibili ancora oggi solo a una minoranza e all’origine discriminazioni a scuola e nei luoghi di lavoro.

L’abolizione della tassa, equivalente al 12 per cento del prezzo di base, è stata annunciata dal ministro delle Finanze Piyush Goyal dopo mesi di mobilitazioni e proteste.

Secondo Surbhi Singh, dell’associazione Sachhi Saheli, la decisione avrà conseguenze positive perché ancora oggi molte ragazze indiane sono costrette a rinunciare alla scuola perché non hanno la possibilità di acquistare articoli per l’igiene intima.

In questi giorni la stampa di New Delhi ha ricordato che in India quattro donne su cinque non possono utilizzare assorbenti e che il ciclo mestruale resta uno dei motivi principali dell’abbandono scolastico.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»