Bersani bacchetta: “Renzi la smetta di insultarci”

"Adesso Matteo Renzi ha il dovere di capire che il disagio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

bersani“Adesso Matteo Renzi ha il dovere di capire che il disagio interno al Partito Democratico va capito e deve trattare. Basta insulti”. Così Pier Luigi Bersani, ospite questa mattina di Omnibus, la trasmissione di La7, e prosegue all’indirizzo di chi vorrebbe imporre una disciplina di partito sui temi delle riforme: “La Costituzione parla chiaro e quindi non c’è alcuna ‘disciplina’ da invocare”.

L’ex segretario Pd torna a ribadire che “c’è una cosa che non va tra riforma e legge elettorale: tutto è costruito per una persona, che oggi è Renzi e domani non so chi potrà essere e- ha a concluso- temo che potrebbe essere peggio di Renzi. Questo non va bene, e se un gruppo di senatori propone correzioni non credo sia possibile invocare la disciplina”.

Di Alfonso Raimo – Giornalista Professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»