hamburger menu

Il caldo non dà tregua, da Bologna a Pescara ecco le città da bollino rosso

Un'ondata di calore così prolungata a giugno è anomala, dicono gli esperti. E nei prossimi giorni non sono previsti abbassamenti di temperatura

caldo_sole

ROMA – “Quello che ci aspettiamo nei prossimi giorni è ancora un proseguimento di questa ondata di calore che ormai sta durando da maggio, con alternanza anche di alcune giornate un po’ più fresche che, però, saranno davvero poche. Le temperature non cambieranno di molto su tutta la Penisola. Un’altra cosa che ci dobbiamo ancora aspettare sono le piogge che abbiamo visto nei giorni scorsi, anche abbastanza importanti, soprattutto sull’Italia nord-orientale”. Lo afferma alla Dire Marina Baldi, climatologa del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr).

UN’ONDATA DI CALORE COSÍ PRECOCE E PROLUNGATA È ANOMALA

Baldi sottolinea che si tratta di temperature anomale per questo periodo dell’anno. “Questa ondata di calore è cominciata già a maggio- spiega- è un qualcosa che non vedevamo da un po’ di anni. Abbiamo registrato altre ondate di calore nel mese di maggio o a inizio giugno negli anni scorsi ma non così prolungate nel tempo. Ormai siamo al 23 giugno e praticamente non abbiamo avuto grandi interruzioni di questo fenomeno”.

L’EMERGENZA IDRICA

Secondo Baldi, “per l’Italia si può parlare di un’emergenza idrica e di un’emergenza siccità, come abbiamo visto in questi ultimi giorni. Si sta analizzando la situazione, si stanno tenendo sotto osservazione tutti i bacini perchè durante l’inverno le piogge, le precipitazioni e anche la neve sono state veramente scarse. Abbiamo un’emergenza siccità che probabilmente dovrà portare a decisioni a livello di Governo”.

LE CITTÀ DA BOLLINO ROSSO

La climatologa del Cnr informa che sono inoltre attese criticità sul fronte delle temperature così elevate, soprattutto negli agglomerati urbani. “Anche oggi- sottolinea Baldi- abbiamo alcune città che sono a bollino rosso. A Bologna, oggi e nei prossimi giorni è previsto un livello 3, quindi rosso. A Campobasso, che oggi è a un livello 2, ovvero arancione, da domani è previsto un livello 3, così come a Firenze. Pescara oggi è arancione ma per domani e dopodomani è previsto il colore rosso.

Poi abbiamo altre città che sono in arancione: Messina, per domani e dopodomani, Catania, oggi e domani, Palermo, Perugia, Rieti e Reggio Calabria. Insomma, ne abbiamo diverse sparse un po’ in tutta Italia”, conclude.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-23T15:33:20+02:00