Guccini difende Zingaretti e sul lockdown attacca: “Siamo peggiori di prima”

Francesco Guccini, ai microfoni di "Un giorno da pecora" su Rai Radio1, dedica un pensiero ad Alex Zanardi: "Persona indomita"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BOLOGNA – “Ogni tanto cercano il pelo nell’uovo…”. Cosi’ Francesco Guccini, ai microfoni di “Un giorno da pecora” su Rai Radio1, risponde a una domanda sulle dichiarazioni con cui il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, ha aperto il dibattito sulla leadership del Pd imputando un’insufficiente incisivita’ al segretario Nicola Zingaretti”.

“D’altra parte la gente si stupisce perche’ io non sono mai stato comunista. Vi sconvolgero’ con un’altra rivelazione forsennata: non sono mai stato testimone di Geova, ad esempio”.

Ma a Guccini piace Zingaretti? La risposta: “Abbastanza, si’“.

GUCCINI: FINITO IL LOCKDOWN, SIAMO PEGGIORI DI PRIMA

Adesso che siamo usciti dal lockdown a causa dell’emergenza coronavirus “siamo come prima, forse un po’ peggiori”. A dirlo e’ il cantautore Francesco Guccini, intervenuto ai microfoni di Rai Radio1.

Per Guccini, che durante il lockdown aveva dichiarato che “dopo il virus non saremmo stati migliori”, oggi conferma la sua tesi: “Abbiamo una costanza nel peggiorare– dice- si tratta di quel senso della ‘liberazione’. Il senso della liberazione. La gente che se ne frega e va in giro a branchi. Sabato sera ero per caso a Bologna in zona universitaria ed era pieno pieno di giovani. Da un lato li ho invidiati perche’ non ho piu’ quell’eta’, ma non rispettavano le regole”.

GUCCINI: ALEX PERSONA INDOMITA, SPERO SI RISOLVA TUTTO

L’incidente di Alex Zanardi? “Mi dispiace molto, Alex ha dimostrato di esser una persona indomita nonostante la disgrazia gli e’ capitata anni fa, spero si risolva tutto per il meglio”. A dirlo e’ il cantautore bolognese Francesco Guccini, intervenuto nella trasmissione ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio1.

LEGGI ANCHE: Alex Zanardi è stabile, possibile risveglio dal coma farmacologico la prossima settimana

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

23 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»