Drastica riduzione di risorse antincendio in Basilicata

La presenza di squadre sul territorio é stata anche ridotta dal 1 luglio al 31 agosto, diversamente da quanto indicato nel D.P.G.R. n.85/2020 che estende il pericolo di incendi boschivi fino al 15 settembre
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

POTENZA –  Drastica riduzione di risorse per la campagna antincendio boschivo 2020 da parte della Regione Basilicata. È quanto denunciano in una nota stampa le ganizzazioni sindacali del Vigili del fuoco, Fns Cisl, Fp Cgil Uil-Pa, Confsal. I sindacati ricordano come la salvaguardia della superficie boscata, patrimonio indispensabile per l’ecosistema e la prevenzione di frane e smottamenti, e’ affidata per legge alla Regione, che si avvale per il contrasto agli incendi dei Vigili del fuoco.

“La scelta politica di stanziare esigue risorse economiche – affermano le organizzazioni sindacali – colpira’ anche il pattugliamento delle coste, ponendo a grave rischio la prontezza di interventi sia per i bagnanti che per quanto concerne l’avvistamento degli incendi dalle coste”.

La presenza di squadre sul territorio e’ stata inoltre ridotta dal 1 luglio al 31 agosto, in contrasto con il suo D.P.G.R. n.85/2020 che estende il periodo di grave pericolosita’ per gli incendi boschivi al 15 settembre 2020. Da qui la richiesta di stanziare ulteriori risorse affinche’ si assicuri alla Basilicata un servizio efficiente ed efficace.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

23 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»