hamburger menu

Rimorchiatore affondato a Bari, si valuta la sospensione delle ricerche dei dispersi

Si tratta del nostromo e del direttore di macchina del rimorchiatore "Franco P" nella notte tra mercoledì e giovedì scorso

23/05/2022

BARI – Potrebbero essere interrotte a breve le ricerche di Mauro Mongelli di 59 anni e Sergio Bufo di 60 anni entrambi originari di Molfetta (Bari), rispettivamente nostromo e direttore di macchina del rimorchiatore “Franco P” affondato a largo delle coste baresi nella notte tra mercoledì e giovedì scorso.

Ad ora le vittime sono ufficialmente tre: Luciano Bigoni e Andrea Massimo Loi, di 65 e 58 anni entrambi di Ancona, e Jelali Ahmed 63enne, vicecomandante del rimorchiatore di origini tunisine ma residente in Abruzzo. Le attività sono condotte dagli uomini della capitaneria di porto con il coordinamento della procura di Bari che ha aperto una inchiesta. Gli indagati al momento sono due: l’armatore Antonio Santini, 78enne romano, legale rappresentante della società Ilma di Ancona proprietaria del rimorchiatore e del pontone e Giuseppe Petralia, il 63enne comandante del “Franco P.” che si è inabissato e che si trova in ospedale a Bari. I due rispondono di concorso in naufragio e omicidio colposo plurimo.

LEGGI ANCHE: Rimorchiatore affonda al largo di Bari: cinque vittime

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-23T13:36:15+02:00