Cancelleri: “Da Autostrade ricatto per avere prestito, revocare le concessioni”

“Il ministro De Micheli ha questo dossier dove ha fatto insieme con Aspi una trattativa. Lo tirasse fuori"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Aspi, quelli del crollo del ponte di Genova, che si sono macchiati delle 43 vittime del Ponte, che non hanno neanche chiesto scusa, quelli lì Benetton, che ricattavano il Governo, stamattina se ne sono usciti con una novità. Hanno detto: se non ci fate la garanzia dello Stato per avere un prestito anche noi di qualche miliardo di euro, non facciamo gli investimenti. Il ricatto, la logica del ricatto”. Lo afferma il vice ministro delle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri (M5s) in un video su Facebook. “Abbiamo perso solo tempo, mi rivolgo alle altre forze di maggioranza, a Iv, al Pd, stiamo perdendo tempo. Revochiamogli le concessioni, questa non è gente seria, non vuole dialogare in maniera seria- aggiunge- Noi vogliamo commissariare Aspi. Io non ci sto”. E conclude: “Il ministro De Micheli ha questo dossier dove ha fatto insieme con Aspi una trattativa. Non lo conosce nessuno questo dossier, non lo conosce né il M5s né altre forze di governo, né il presidente Conte, che lo tirasse fuori, il tempo è scaduto”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

23 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»