Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Attentato a Manchester, angoscia e speranza su Twitter

Un utente pubblica foto e aggiornamenti: sul volto di chi e' stato ritrovato c'e' scritto "found", come dire "salvo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  Gli hashtag sono diversi, da #PrayforManchester a #Manchester, ma l’angoscia e’ la stessa: con l’aiuto dei social network centinaia di utenti stanno cercando notizie di congiunti, parenti, fratelli, sorelle, spesso figli, dispersi dopo l’attentato al concerto di Ariane Grande.

LEGGI ANCHE Attentato a Manchester a concerto Ariana Grande, 22 morti e almeno 50 feriti

“Olivia Campbell manca ancora all’appello” scrive @BeingSunny8, con un appello rilanciato in diretta dall’emittente ‘Bbc’. C’e’ anche chi, come @Paul91801331, pubblica la foto del fratello, “disperso” pure lui, scomparso nella notte della Manchester Arena.

Infine c’e’ chi prova a mettere insieme nomi e circostanze, invitando gli internauti a condividere informazioni. Come @Haley_Stewartt, che sempre via Twitter pubblica foto e aggiornamenti: sul volto di chi e’ stato ritrovato c’e’ scritto “found”, come dire “salvo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»