hamburger menu

Economia, l’Eurostat: “Italia seconda in Ue per rapporto debito pubblico-pil”

L'ufficio di statistica dell'Unione europea certifica un rapporto del 155,8%, solo la Grecia ha numeri peggiori. Nella zona euro spesa pubblica in aumento per fronteggiare la pandemia

23/04/2021
draghi imagoeconomica

Di Alessio Pisanò

BRUXELLES – Nel quarto trimestre del 2020, l’Italia è il secondo Paese in Ue col rapporto più elevato tra debito pubblico e Pil (155,8%) dopo la Grecia (205,6%). La certificazione dello stato dell’economia arriva dall’Eurostat, l’Ufficio di statistica dell’Unione europea. Seguono Portogallo (133,6%), Spagna (120,0%), Cipro (118,2%), Francia (116,3%) e Belgio (114,1%). A fine 2020, il rapporto tra deficit pubblico e Pil si è attestato all’8% nell’area dell’euro e al 7,5% nell’Ue. Dal punto di vista economico, le risposte alla pandemia di Covid-19 hanno influenzato la spesa totale di tutti gli Stati membri mentre le entrate sono continuate ad aumentare. La spesa pubblica totale nella zona euro è aumentata del 46,8% del Pil, rispetto al 46,2% del Pil nel terzo trimestre del 2020 (circa 61 miliardi di euro rispetto al terzo trimestre del 2020) principalmente a causa di un maggiore impatto delle misure per mitigare l’impatto economico e sociale della pandemia.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2021-04-23T16:26:14+02:00