Superlega, J.P. Morgan: “Abbiamo valutato male, impareremo da errore”

La banca aveva inizialmente garantito il finanziamento con un prestito da 3,5 miliardi di euro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Abbiamo chiaramente valutato male come l’accordo sarebbe stato visto da tutta la comunità calcistica e come avremmo potuto influenzarla in futuro. Impareremo da questo”. Così in una nota un portavoce del fondo J.P. Morgan, in riferimento al progetto Super League, di fatto naufragato in 48 ore. La banca d’investimenti americana era infatti pronta a investire nella competizione 3,5 miliardi di dollari, ma, dopo le massicce proteste dei tifosi e la fuoriuscita della maggior parte dei soci fondatori, ha dovuto congelare l’investimento.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»