Lavoro, Landini: “Luglio e agosto non sono mesi per licenziare”

"Il blocco dei licenziamenti non va prorogato sine die, ma adesso serve proteggere le persone"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Pensare che l’occupazione tornerà a crescere nel 2024 non va bene. Serve un Piano straordinario per il lavoro”. Lo afferma il segretario generale della Cgil Maurizio Landini ai microfoni di Radio Anch’io.

“Gli investimenti del Recovery e quelli privati devono avere come obiettivo- sottolinea Landini- il rilancio dell’occupazione, in particolare delle donne, dei giovani e nel Mezzogiorno“.

Per il leader della Cgil “luglio e agosto non sono mesi per licenziare. Aumentiamo le vaccinazioni e lavoriamo a una vera riforma degli ammortizzatori sociali. Il blocco dei licenziamenti non va prorogato sine die, ma adesso serve proteggere le persone. Tutti responsabilmente devono farsi carico della situazione”, conclude.

LEGGI ANCHE: Lavoro, Landini: “Prorogare blocco licenziamenti fino a ottobre per tutti”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»