VIDEO | Pa Social per la comunicazione pubblica del futuro, nasce anche il Premio Smartphone d’Oro

Il premio, che nasce quest'anno, e' il primo in Italia dedicato alle migliori esperienze di comunicazione e informazione pubblica digitale
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Web, social network, chat, intelligenza artificiale, sono tanti gli enti e le aziende pubbliche che utilizzano le piattaforme digitali per offrire informazioni, comunicazione, servizi, dialogo ai cittadini. Pa Social, prima associazione in Italia dedicata alla comunicazione e informazione digitale, ha deciso di premiarle con un’iniziativa dedicata, lo Smartphone d’Oro.

IL PREMIO SMARTPHONE D’ORO

Il premio, che nasce quest’anno, e’ il primo in Italia dedicato alle migliori esperienze di comunicazione e informazione pubblica digitale. Lo Smartphone d’Oro sara’ consegnato al vincitore alla fine di un percorso di candidature, promozione, diffusione, votazione, che parte oggi e che terminera’ a dicembre con l’evento di premiazione. Il riconoscimento sara’ consegnato ogni anno con la creazione di un albo d’oro dedicato. I vincitori dello Smartphone d’Oro e dei premi speciali tematici saranno decisi con un percorso di candidature e votazione: in particolare dal voto della giuria scientifica, dal voto popolare, dal voto dei soci dell’associazione Pa Social. La migliore esperienza vincera’ lo Smartphone d’Oro, inoltre saranno consegnati dei premi speciali tematici legati alla comunicazione e informazione digitale nei settori sanita’, ambiente, turismo, cultura, servizi pubblici, istruzione, ricerca, sport, gestione emergenze ed eventi. Due i riconoscimenti speciali, per il piu’ social e per la migliore risposta all’emergenza Coronavirus.

COME PARTECIPARE

Le candidature sono aperte da oggi ed e’ possibile partecipare da questa pagina (https://www.pasocial.info/partecipa/), qui e’ possibile consultare il regolamento (https://www.pasocial.info/regolamento/).

COMUNICAZIONE, DI COSTANZO (PA SOCIAL): “IL WEB MIGLIORA LA VITA”

Le istituzioni italiane fanno gia’ un buon lavoro di comunicazione e divulgazione online, come hanno dimostrato anche durante l’emergenza coronavirus. Adesso, il prossimo passo e’ quello di implementare l’interazione social. Francesco Di Costanzo e’ il presidente di Pa Social, associazione nata nel 2017 per occuparsi di sviluppo della comunicazione digitale delle pubbliche amministrazioni, prima in Italia con 700 associati tra giornalisti, comunicatori e social media manager. Intervistato dall’agenzia Dire, Di Costanzo traccia un bilancio di quanto fatto in questi anni, spiega quali sono i passi successivi e presenta lo Smartphone d’oro, la prima edizione del premio dedicato alla comunicazione pubblica digitale.

“Noi- racconta- lavoriamo attraverso la divulgazione, la formazione e la ricerca per sviluppare quella che e’ la comunicazione e l’informazione digitale attraverso i social network, le chat e l’intelligenza artificiale; tutti gli strumenti innovativi messi a disposizione dal web”. Per Di Costanzo “in questo momento difficile di emergenza le buone pratiche italiane si stanno dimostrando molto utili per il cittadino”. Quindi, rivela, “abbiamo attivato una nuova iniziativa che e’ un premio: lo ‘Smartphone d’oro’, che e’ il primo in Italia dedicato proprio a questo settore, la comunicazione e informazione pubblica digitale. Sara’ un percorso lungo che parte oggi con l’apertura delle candidature e arrivera’ fino a dicembre attraverso un percorso di candidature, votazioni promozione, divulgazione”. Ci saranno “un’ottima giuria scientifica e poi il voto popolare, i soci di Pa Social”. Il digitale, ragiona Di Costanzo con la Dire, “deve essere un mezzo per migliorarci e semplificarci la giornata, la nostra vita quotidiana: se riesce in questo obiettivo il digitale e’ davvero una rivoluzione, ma se noi lo applichiamo solo nello stesso modo in cui facciamo le cose tradizionali e le mettiamo sul web ovviamente non funziona”.

Di Costanzo valuta positivamente quanto fatto in Italia: “Devo dire che nel nostro settore negli anni si sono fatti molti passi avanti. Oggi in Italia abbiamo tantissime buone pratiche. Anche in questa emergenza le aziende sanitarie, i comuni, le regioni, il governo hanno fatto bene. Ma anche attivita’ che non sono proprio strettamente collegate all’emergenza come i musei, che si stanno attivando tutti per dare comunicazione e informazioni di qualita’ ai cittadini”.

Ora, pero’, e’ il momento di andare oltre, di migliorare. “Quello che credo sia il vero salto in avanti- dice Di Costanzo- e’ migliorare dialogo e interazione, perche’ poi sugli strumenti social e in chat, che sono il massimo dell’interazione, non basta dare una comunicazione ma bisogna curare la comunita’ 24 ore al giorno. E’ un mestiere vero e proprio e non e’ un caso che a breve avremo novita’ sul percorso che stiamo portando avanti al ministero della Pubblica amministrazione con la ministra Dadone per la riforma della legge 150” del 2000 sull’attivita’ di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni, “perche’ ormai questo e’ un quadro normativo che non risponde piu’ alla realta’”.

TUTTE LE INFO SUL PREMIO

Tutte le informazioni sul percorso dello Smartphone d’Oro saranno pubblicate nelle pagine dedicate al premio sul sito www.pasocial.info e sui canali social e chat dell’associazione Pa Social.

A chi e’ rivolto lo Smartphone d’Oro? Il premio e’ rivolto a pubbliche amministrazioni, aziende pubbliche, partecipate, utilities, che operano su tutto il territorio nazionale.

Per cosa, quando e come e’ possibile candidarsi? È possibile candidarsi per attivita’ complessive di comunicazione e informazione digitale del proprio ente o azienda pubblica: utilizzo per la comunicazione, informazione, servizi, dialogo e interazione, di web, social, chat, intelligenza artificiale.

Le candidature sono aperte dal 23 aprile fino al 1 settembre 2020. Per candidarsi servono due video: 1) breve, max 1 minuto, di lancio social della candidatura; 2) lungo, max 5 minuti, di presentazione della candidatura alle giurie.

GLI IDEATORI DEL PREMIO

Il premio e’ ideato e organizzato dall’associazione Pa Social e realizzato grazie ai partner L’Eco della Stampa, Hootsuite, Affidaty, Osservatorio nazionale sulla comunicazione digitale e ai media partner Agenzia Stampa Dire, Ansa Tecnologia – Digital Media, Agenda Digitale, cittadinditwitter.it, Velocita’ Media, Innovazione 2020, Ipress Live, Il Giornale della Protezione Civile, Dentro Magazine, Online news, Il Nuovo Corriere di Roma. Per i premi speciali in collaborazione con Gastone Crm, Moige, Yes I Code.

LA GIURIA

La giuria scientifica, presieduta da Alessandro Cederle (direttore divisione media monitoring L’Eco della Stampa), e’ composta da importanti esponenti del mondo del giornalismo, della comunicazione, del digitale e dell’innovazione: Simona Berterame (giornalista Fanpage), Germano Buttazzo (head of sales LinkedIn Italia), Rosa Cialini (government partner manager Facebook Italia), Barbara Covili (general manager FreeNow), Giulio Di Giacomo (direttore public affairs – local affairs Tim), Stefano D’Orazio (regional director Italy Hootsuite), Andrea Galeazzi (architetto e blogger. Esperto di tecnologia e automotive), Livio Gigliuto (direttore osservatorio nazionale sulla comunicazione digitale e vice presidente Istituto Piepoli), Francesco Giorgino (giornalista, onduttore Tg1, docente Luiss), Imen Jane (Economista, ccofondatrice di Will), Marco Lanzarone (responsabile staff e canali specializzati Rai Radio. responsabile Rai Radio Kids, docente Universita’ Lumsa), Adriana Logroscino (giornalista, portavoce presidente Anci), Gianluca Luciano (editore, Caffeina Media), Angelo Mazzetti (public policy manager Facebook Italia), Sara Menafra (giornalista e coordinatrice di open.online), Mario Morcellini (commissario Agcom, docente di comunicazione, giornalismo e reti digitali), Francesco Nicodemo (esperto di comunicazione e direttivo nazionale associazione Pa Social), Niccolo’ Quattrini (responsabile relazioni nazionali ed internazionali Affidaty Spa), Fabrizio Sammarco (amministratore delegato ItaliaCamp), Gianluca Semprini (giornalista Rai), Ulisse Spinnato Vega (giornalista, portavoce ministro per la Pubblica amministrazione), Carlo Verna (presidente Ordine dei giornalisti), Silvia Zucco (responsabile relazioni esterne agenzia di stampa Dire).

IL COMITATO ORGANIZZATORE

Il comitato organizzatore dello Smartphone d’Oro, che si occupera’ di organizzare e gestire le varie fasi del premio, e’ formato da: Luigi Tucci (coordinatore), Carmen Bombardieri, Claudia Cichetti, Antonello Landone, Andrea Marrucci.

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

23 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»