Coronavirus, Merkel: “Pronti a contribuire subito di più per bilancio europeo, ma no agli Eurobond”

merkel
"La Germania può prosperare nel lungo termine solo se anche l'Europa sta bene", dice la cancelliera tedesca Angela Merkel
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “No” agli eurobond, “sì” ad aiuti “in tempi rapidi”, con un pacchetto da 500 miliardi che potrebbe essere pronto al primo giugno: questa la linea che la cancelliera Angela Merkel, stando al suo intervento al Bundestag, dovrebbe portare nel pomeriggio al Consiglio europeo chiamato a definire una linea comune sulla crisi del Covid-19.

Secondo il capo del governo di Berlino, gli eurobond non sono lo strumento adatto perché presupporrebbero che “tutti i parlamenti degli Stati membri” decidano che una parte dei bilanci nazionali sia trasferita all’Ue. Si tratterebbe, ha detto Merkel, di “un processo molto difficile che prende molto tempo e non un processo utile nella situazione di oggi”. La proposta della cancelliera prevede invece “aiuti rapidi” grazie a strumenti che sarebbero in grado di “alleviare le conseguenze della crisi”. La ricetta, conferma l’edizione online della Sueddeutsche Zeitung citando stanziamenti garantiti dal Meccanismo europeo di stabilità (Mes), dalla Banca europea per gli investimenti (Bei) e dal nuovo fondo per la disoccupazione Sure, sarebbe un pacchetto da 500 miliardi di euro.

“IN QUESTA FASE CONTRIBUIRE DI PIÙ A BILANCIO COMUNE”

“Dobbiamo essere pronti a contribuire molto di più al bilancio europeo per un periodo limitato perché vogliamo che tutti gli Stati dell’Ue si riprendano economicamente“: lo ha detto oggi, di fronte al parlamento tedesco, la cancelliera Angela Merkel. Le dichiarazioni, riferisce l’emittente Deutsche Welle, sono state rese a poche ore dal Consiglio europeo che a Bruxelles è chiamato a definire una risposta comune all’emergenza causata dalla pandemia di Covid-19. Merkel ha parlato di “solidarietà” necessaria facendo alcuni esempi.

“Nei reparti di terapia intensiva della Germania abbiamo accolto oltre 200 pazienti dall’Italia, dalla Francia e dall’Olanda” ha detto la cancelliera. “Abbiamo poi consegnato forniture mediche all’Italia e alla Spagna”.

“GERMANIA PROSPERA SE EUROPA STA BENE, ORA SOLIDARIETÀ”

“La Germania può prosperare nel lungo termine solo se anche l’Europa sta bene”: lo ha detto oggi la cancelliera tedesca Angela Merkel, prima del Consiglio europeo dedicato alle risposte alla crisi del coronavirus. Secondo il capo del governo della Germania, Berlino è pronta a contribuire di più al bilancio dell’Ue. Merkel, riferisce l’emittente Deutsche Welle, ha anche rivolto un appello alla “solidarietà europea” per contrastare le conseguenze economiche e sociali della pandemia di Covid-19.

MERKEL BOCCIA GLI EUROBOND E PROMETTE AIUTI DA 500 MILIARDI

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»