Agricoltura, Rosati: “Fondo immobiliare Arsial strumento di garanzia credito”

ROMA - "Su mandato dell'assessore regionale all'Agricoltura, Carlo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ANTONIO ROSATI

ROMA – “Su mandato dell’assessore regionale all’Agricoltura, Carlo Hausmann, e della Giunta, grazie alle proprieta’ dell’Arsial possiamo costruire un fondo immobiliare, su cui stiamo lavorando, che possa essere uno strumento di garanzia reale per il sistema del credito e per favorire l’accesso diretto”. Ad annunciarlo, l’amministratore unico di Arsial, Antonio Rosati, intervenuto oggi al seminario ‘Il Territorio come Destino. L’agricoltura sostenibile per la Regione Lazio’, che si e’ tenuto alla Casa del cinema di Villa Borghese.

L’incontro rientra nell’ambito del Forum Terra Italia, organizzato da Cia Confederazione Italiana Agricoltori ed Earth Day Italia in collaborazione con la Regione Lazio e la Camera di commercio di Roma. “L’arrivo dell’assessore- ha spiegato Rosati intervistato dall’agenzia Dire- ha dato un fortissimo impulso al varo dei bandi del Piano di sviluppo rurale, che mettera’ a disposizione 780 milioni di euro in cinque anni per il settore dell’agricoltura del Lazio. Si tratta di una grande occasione di ammodernamento e di sviluppo per creare lavoro, soprattutto per tanti giovani. Tuttavia, soprattutto loro si scontrano sempre con le regole del credito del sistema bancario, che e’ abbastanza faticoso. Perche’ il problema- ha specificato- non e’ tanto legato ai tassi, ma al rifiuto delle banche a concedere il credito. Questo fondo immobiliare sara’ al servizio del Piano di sviluppo rurale, e in particolare delle realta’ giovanili che si sono insediate in questi mesi, in modo da diventare uno strumento intelligente e garantito per aiutare gli investimenti”.

Secondo l’amministratore unico di Arsial, infatti, “questa difficile transizione italiana ha bisogno di una impetuosa stagione di investimenti, come Draghi sta dicendo e come anche il Governo italiano si sta battendo in Europa. Ma per farlo, ci vuole il credito e bisogna usare tutte le leve che ci sono. E il grande patrimonio pubblico- ha concluso Rosati- puo’ essere uno strumento intelligente. Un fondo immobiliare non costera’ nulla alla collettivita’. Ci stiamo lavorando e presto lo presenteremo pubblicamente”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»