Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

L’Estate Fiorentina? Si farà. Il Comune lancia bando per associazioni culturali

PALAZZO VECCHIO firenze
La kermesse estiva, la cui organizzazione sarà affidata a Muse, durerà quattro mesi, da giugno a settembre, con eventi anche su piattaforme digitali
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – L’Estate Fiorentina “si farà malgrado le incertezze dettate dal perdurare della pandemia”. È l’impegno che si prende il Comune, che affida l’organizzazione della rassegna all’associazione Muse. Se lo scorso anno, infatti, le iniziative furono fortemente ridotte, quest’anno Palazzo Vecchio ha deciso “di fare di tutto per mantenere la kermesse”, per questo tra pochi giorni aprirà il nuovo bando di partecipazione rivolto alle associazioni culturali. Nello stesso bando, per la prima volta, verranno uniti i contributi triennali 2021-2023 (10.000 euro al massimo per i singoli eventi estivi, mentre per le attività triennali non ci sono limiti).

“Siamo ancora in una fase pandemica difficilissima– sottolinea l’assessore alla Cultura, Tommaso Sacchi- ma credo che sia essenziale dare un segnale di fiducia e di speranza alle tante associazioni che in questi anni hanno costruito con noi il cartellone dell’Estate e che stanno facendo ogni sforzo per continuare a produrre contenuti ed eventi di qualità. Certamente sarà un’Estate diversa, più parcellizzata, più diffusa, con un’attenzione scrupolosissima alle regole sanitarie, ma auspico davvero che sia di rinascita per la città e per i soggetti culturali che la animano”.

A causa dell’emergenza sanitaria, la kermesse durerà quattro mesi, da giugno a settembre, egli eventi e le manifestazioni potranno essere realizzati anche su piattaforme digitali, qualora le misure anti Covid non consentissero lo svolgimento con il pubblico. Come detto l’amministrazione prevede un unico avviso di selezione (in uscita il 29 marzo e che rimarrà aperto fino al 27 aprile) composto da due sezioni: una per il sostegno alle attività istituzionali del triennio 2021-2023; l’altra sezione per l’Estate 2021.

Per i progetti estivi approvati sono previste alcune agevolazioni, come la concessione gratuita o ridotta del suolo pubblico, di immobili o degli spazi delle biblioteche comunali. Ma anche l’esenzione del canone di noleggio di beni strumentali, l’abbattimento del 50% dei diritti d’affissione, l’esenzione dal pagamento degli importi previsti per le prestazioni rese dal personale della municipale, il permesso gratuito per l’accesso in ztl, la diffusione dell’informazione degli eventi tramite affissione di manifesti, la creazione di un sito web e l’attivazione di social network dedicati all’Estate Fiorentina.

Infine sono confermati i 15 festival già selezionati lo scorso anno, dal Florence Jazz a Secret Florence, da Apriti Cinema a Cirk Fantastik al Musart. Per quanto riguarda le risorse, sono già impegnati 500mila euro per i festival e non sono previste variazioni di spesa rispetto agli scorsi anni: l’importo finale verrà calibrato in base ai progetti vincitori del bando e agli sponsor.

LEGGI ANCHE: A Firenze si va a lezione di educazione civica col sindaco Nardella

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»