Yemen, sei anni di guerra: il 29 marzo diretta Dire con Intersos

yemen_diretta_dire
Parteciperanno Marianna Semenza dell'ong e l'inviata Laura Silvia Battaglia. Focus sui civili
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nello Yemen è in corso una delle peggiori crisi umanitarie degli ultimi 30 anni: oltre 24 milioni di persone si trovano in una situazione di estremo bisogno di protezione e aiuti. Lunedì 29 marzo alle 18, a ridosso del sesto anniversario dell’inizio del conflitto, l’agenzia di Stampa Dire in collaborazione con Intersos organizza ‘Yemen sei anni di guerra. Una catastrofe umanitaria dimenticata’. L’incontro permetterà di fare luce sulla natura del conflitto e sul suo impatto sulle popolazioni grazie alla testimonianza di Marianna Semenza, coordinatrice dei progetti dell’organizzazione umanitaria Intersos nel Sud del Paese, che sarà raggiunta in video collegamento ad Aden.

L’intervento della giornalista freelance Laura Silvia Battaglia, autrice del documentario ‘Yemen nonostante la guerra‘, permetterà invece di scoprire il volto del Paese oltre la guerra: la sua variegata società civile, il ruolo delle donne e il lavoro svolto dai tanti attivisti e ricercatori che, se da un lato documentano violenze e ingiustizie, dall’altro si battono per i diritti e per la ricostruzione del Paese, danno forma allo Yemen di domani. L’appuntamento è sulla pagina Facebook dell’Agenzia di stampa Dire e dell’ong Intersos. Modera Alessandra Fabbretti, giornalista Dire.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»