Coronavirus, Morassut: “Sindacati-Confindustria? Evitare disicussioni”

Lo dice Roberto Morassut, Sottosegretario all'Ambiente, in una videointervista all'agenzia Dire
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il governo e’ sempre disponibile ad ascoltare i rilievi e le critiche delle parte sociali. Questo e’ un lavoro dinamico che va messo a fuoco giorno per giorno, quindi dobbiamo coniungare la necessita’ di fermare il Paese e insieme tenere il sistema produttivo per garantire la continuita’ di alcuni settori necessari per la risposta pubblica all’emergenza”. Lo dice Roberto Morassut, Sottosegretario all’Ambiente, in una videointervista all’agenzia Dire.

“Questa discussione- aggiunge- si puo’ fare anche evitando di parlare di scioperi generali, o di capri espiatori come ha fatto Confindustria. Qui non ci sono capri espiatori, si pensa solo alla salute delle persone”.

Per il futuro, assicura Morassut, “ci saranno sicuramente aggiustamenti sia dal punto di vista economico che per la regolamentazione pubblica in base all’andamento dell’emergenza. Prepariamoci ad un’azione costante e ad una comunicazione piu’ immediata dettata dalle circostanze dell’emergenza”.

Le opposizioni insorgono, Salvini chiede a Conte di rispondere sul coronavirus in Parlamento, che deve tornare a funzionare? “Ma il Parlamento non ha interrotto alcuna attivita’– risponde Morassut– ha solo dovuto necessariamente rallentare alcune sessioni perche’ i parlamentari sono cittadini, e dunque sono sottoposti a restrizioni per gli spostamenti. Si continua a lavorare, alcune commissioni sono in attivita’. Naturalmente, prima si chiude l’emergenza e prima il Parlamento puo’ riprendere appieno la sua attivita’“, dice Morassut.

Quanto al futuro, Morassut osserva che “gia’ prima dell’emergenza, Europa e Italia erano incamminate sulla strada del cambio di paradigma sulle politiche economiche. L’emergenza accelera l’esigenza di cambiare modelli essenziali del modello di sviluppo, per spingere su alcuni settori e avviare investimenti ecocompatibili”.

Salute e ambiente sono temi “strettamente collegati. Si parla in questo caso anche di correlazione tra diffusione del virus e densita’ del particolato in alcune zone del mondo, e la pianura Padana e’ tra le zone europee piu inquinate”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

23 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»