Totti rivela: “Sono della Lazio”, ma è un video per #BastaBufale / Guarda il video

[video width="636" height="360" mp4="https://media.dire.it/2017/03/totti_basta-bufale.mp4" poster="https://www.dire.it/wp-content/uploads/2017/03/totti_basta-bufale.png"][/video] ROMA -  'A rega', ma ancora credete a 'ste cose?'. Anche il
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA –  ‘A rega’, ma ancora credete a ‘ste cose?’. Anche il capitano della Roma, Francesco Totti, firma la petizione #BastaBufale, rivolta a social network e giornali per arginare il fenomeno delle false verità, lanciata dalla presidente della Camera, Laura Boldrini. ‘Totti confessa: sono della Lazio. Clamorosa rivelazione del capitano romanista’. ‘Ilary di nuovo incinta. È partito il totonome: si chiamerà Cheope’. ‘Totti approda sul grande schermo: sarà lui il prossimo 007’. Sono alcune bufale che il calciatore giallorosso si presta a leggere in un video appena postato sulla sua pagina Facebook per aderire alla campagna.

“Purtroppo non è sempre così facile riconoscere notizie false come queste- scrive poi il calciatore giallorosso sul suo profilo- Mi sono iscritto ai social anche per dire la mia e smentire le bufale che vengono messe in giro su di me“. Incitando a firmare la petizione, Totti infine conclude: “Essere informati è un diritto, essere disinformati è un pericolo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»