Chiusa la vertenza Kavo, buonuscita da 50.000 euro lordi a testa

GENOVA - Con una buonuscita di 50.000 euro lordi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Kavo_presidio

GENOVA – Con una buonuscita di 50.000 euro lordi di incentivo all’esodo per ciascun dipendente e nessun ricollocamento, si è conclusa nel primo pomeriggio la vertenza Kavo Promedil, l’azienda tedesco-statunitense che aveva avviato un blitz per la dismissione della produzione nella sede di Genova Nervi lo scorso 6 febbraio. I lavoratori saranno definitivamente licenziati il prossimo 1 aprile. Prima di siglare l’accordo, i rappresentanti sindacali, che stavano gestendo il tavolo nella sede genovese di Confindustria, hanno chiesto ai lavoratori l’assenso per poter concludere la trattativa. La soluzione, infatti, è inferiore alle richieste con cui i sindacati si erano presentati al tavolo negli scorsi incontri ma superiore alle prime proposte dell’azienda che aveva manifestato la necessità di chiudere la vertenza il prima possibile per completare il trasferimento, bloccato dopo il primo tentativo di blitz.

Di Simone D’Ambrosio, giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»