Roma, una ‘rossa’ sessantenne tenta l’assalto a Silvio Berlusconi

Rossa fiammante, sui sessanta, "con il curriculu", così lo chiama, in mano. Implora: "Silvio, Silvio incontriamoci, voglio vincere un Oscar"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – Silvio Berlusconi si presenta alla conferenza stampa di Bertolaso, candidato a sindaco di Roma, con un paio di occhiali scuri stile anni ’70. Colpa dell’ennesimo piccolo intervento agli occhi. Quasi si giustifica, con una battuta che suona amara: “Tanto qui non c’è niente di bello da vedere”. Lei si materializza a fine conferenza: una dark lady strizzata in un abito da sera nero. Rossa fiammante, sui sessanta, “con il curriculu”, così lo chiama, in mano. Implora: “Silvio, Silvio incontriamoci, voglio vincere un Oscar”. Certamente il Cavaliere avrà fatto l’abitudine all’assalto di incalliti tifosi milanisti, casalinghe di Voghera, giovani ‘falchetti’ ed anziani elettori. Ma quanto successo oggi vale la pena di essere raccontato.

La conferenza stampa congiunta con il candidato sindaco a Roma, Guido Bertolaso, è appena conclusa (leggi qui). Si crea la tradizionale calca. I gorilla tengono a bada i cronisti. E la solita piccola folla di fan tenta l’approccio. Tra loro c’è una donna capelli color carota, stretta in un corpetto nero ed una lunga gonna. “Silvio, Silvio- lo supplica- Bertolaso aveva detto che mi avrebbe fatto incontrare…”. L’ex capo della Protezione civile passa davanti e fa lo gnorri. Lei continua: “Silvio, la vorrei incontrare, io voglio vincere l’Oscar. Tenga il mio curriculu e il mio numero”. A quel punto la donna viene separata da Berlusconi che la ringrazia e si invola. Lo staff cerca di tranquillizzarla con un laconico “le faremo sapere, abbiamo già i suoi contatti”. Ma la donna non molla. Tenta di inseguirlo per le scale e poi si posiziona in giardino per tentare l’assalto finale al termine della visita. Ma a quel punto Berlusconi viene fatto uscire lontano dal cordone di curiosi e giornalisti.

di Emiliano Pretto, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»