Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Pd, Cuperlo: “Ora basta insulti, Renzi e Guerini parlino”

"Forse dà fastidio chiunque non accetti l’omologazione, ma può essere quella la strada?"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

pd (700 x 365)ROMA – Le parole di “Matteo Richetti su minoranze interessate solo a posti nelle liste mentre altri si curano di combattere la povertà sono un insulto irricevibile Vorrei dire, adesso basta. Chiedo a Renzi e Guerini di prendere parola. Siete d’accordo con lui? E’ quello che pensate anche voi?”. Lo dice Gianni Cuperlo, presidente dell’associazione sinistradem – campo aperto.

“Non credo di dover dimostrare nulla- aggiunge- la mia esperienza parla per me. Ma questo vale anche per tante altre e altri. Quanto alla ‘provocazione’ sul merito basta guardare ai fatti. Da mesi avanziamo proposte mirate a correggere provvedimenti importanti o farne di nuovi. Dalla delega lavoro alla riforma costituzionale, dallo sblocca Italia alla legge di stabilità e alla legge elettorale. Forse dà fastidio chiunque non accetti l’omologazione, ma può essere quella la strada?”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»