hamburger menu

Mille giorni di lotta dei lavoratori Whirlpool, operai di nuovo in piazza a Napoli

A difesa del sito di via Argina, giovedì 24 febbraio si riuniranno per celebrare un "compleanno" amaro

23/02/2022
whirlpool_napoli_piazza plebiscito

NAPOLI – È un “compleanno” amaro quello che gli operai della Whirlpool di Napoli si apprestano domani, giovedì 24 febbraio, a celebrare in piazza del Plebiscito a Napoli. Si ritroveranno, infatti, tutti uniti per i mille giorni di lotta e di presidi a difesa del sito produttivo di via Argine, che aspetta ancora risposte concrete. L’appuntamento, pubblicizzato sulla pagina Facebook ‘Whirlpool Napoli non molla’, è per le 10 quando agli operai si affiancheranno semplici cittadini e personalità del mondo sindacale, artistico e politico. Hanno già confermato la propria adesione l’attivista Aboubakar Soumahoro, l’ex governatore e sindaco di Napoli, oggi consigliere comunale, Antonio Bassolino, il presidente Anpi della provincia di Napoli Ciro Raia, Cecilia Strada di Resq, il vescovo di Napoli don Mimmo Battaglia, il parlamentare Paolo Siani, l’europarlamentare Piernicola Pernicini; il segretario generale Uilm Rocco Palombella, il senatore Sandro Ruotolo, il politico Mattia Santori. E ancora il musicista Giovanni Truppi, l’attrice Maurisa Laurito, lo scrittore Maurizio de Giovanni, il cantautore Nino D’Angelo, il comico Peppe Iodice, il sindacalista della Uil Campania Giovanni Sgambati, e lo scrittore Roberto Saviano.

Non mancheranno i diversi comitati di lotta e le associazioni della città di Napoli e non solo come ‘Ex Taverna del Ferro’, i ‘No Tav’ e ‘Noi comunità in movimento’. Anche l’artista e cantante napoletana Monica Sarnelli sarà in piazza per un momento musicale con il brano che gli operai di via Argine hanno fatto proprio dal titolo ‘Un nuovo Sud’. Le adesioni alla manifestazione su Facebook, così come i commenti, sono tanti e diversi e tutti a sostegno dell’incipit che apre la pagina: “1000 giorni di vertenza unisci la tua voce al nostro Grido “#Napolinonmolla“, difendi con noi il diritto al lavoro e alla felicità, contro le disuguaglianze sociali. Vieni al nostro fianco. Siamo l’#italiacheresiste #1000 giorni”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-02-23T18:16:06+02:00