Allo stadio con petardi e mazze, Daspo a 66 ultras della Nocerina

Si tratta di persone residenti in Campania che lo scorso 7 dicembre, in occasione della partita Taranto-Nocerina, si sono resi protagonisti di atti vandalici
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – Sono 66 i tifosi della Nocerina che per un anno non potranno assistere a manifestazioni sportive perché colpiti da Daspo, il divieto ad accedere ad avvenimenti sportivi, emesso dal questore di Taranto Giuseppe Bellassai.

Si tratta di persone residenti in Campania che lo scorso 7 dicembre, in occasione della partita Taranto – Nocerina, si sono resi protagonisti di atti vandalici. Secondo quanto ricostruito dagli agenti, al loro arrivo, a bordo di undici auto, nell’area parcheggio dello stadio Iacovone avrebbero lanciato grossi petardi, bottiglie in vetro e micce dai finestrini che solo per una casualità non hanno centrato altri gruppi di tifosi in cammino verso lo stadio. E non tutti gli ultras campani hanno potuto assistere al match perché qualcuno fra loro aveva biglietti irregolari.

Gli agenti hanno perquisito le loro auto e hanno trovato e sequestrato mazze in ferro, manganelli, alcolici, fumogeni e grossi petardi. Da qui la decisione da parte della questura ionica di emettere i Daspo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

23 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»