Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Kemet Club: “Afroitaliani in viaggio tra radici e futuro”

https://www.youtube.com/watch?v=M6ES6eWzigY ROMA - Viaggi nell'ex Costa d'Oro, nel cuore dell'Africa che fu
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print






ROMA – Viaggi nell’ex Costa d’Oro, nel cuore dell’Africa che fu segnata dallo schiavismo, alla riscoperta delle radici ma soprattutto delle potenzialita’ e di una ricchezza che possono plasmare il futuro: e’ la nuova proposta di Kemet Club, collettivo multiforme nato dall’esperienza dell’African Summer School. A parlare con l’agenzia ‘Dire’ dell’iniziativa e’ Simao Amista, nato in Brasile, con radici a sud del Sahara e cresciuto a Modena.

Background da antropologo che nel Club si intreccia con le sensibilita’ di informatici ed esperti di social media, questo professionista di 33 anni usa spesso insieme i termini “impresa” e “cultura”. “Sono i due riferimenti emersi durante i corsi dell’African Summer School” spiega. “Kemet organizza incontri ed eventi, a volte parzialmente a pagamento, che creano di fatto ‘mini-Expo’ dedicate all’Africa e agli afrodiscendenti”.

Lo scorso anno se n’e’ tenuto uno anche a Milano, sponsorizzato dall’agenzia immobiliare We Are Town. “La nostra collaborazione ha permesso a entrambi di farsi pubblicita’ – dice Amista – consentendoci pero’ di mettere al centro la riscoperta delle radici e la visione del futuro”. Un’intuizione che in questo 2019 si realizzera’ anche attraverso i viaggi a sud del Sahara: “Immaginiamo una sorta di agenzia turistica che ha pero’ l’obiettivo di decostruire l’idea dell’Africa e dell’afrodiscendente”.

Aiuta a capire il termine “kemet”, una parola antica, che voleva dire “terra nera” e in origine identificava l’Impero egizio. “In seguito il ruolo dell’Africa in quella civilta’ fu oscurato” denuncia Amista. “Come hanno evidenziato Cheikh Anta Diop e altri grandi studiosi, i faraoni neri furono sbiancati dalla storia”. Un tema, questo della memoria e del “negazionismo”, del quale si discutera’ a Roma sabato. L’occasione e’ la cerimonia di chiusura dell’edizione 2018 e la presentazione dell’offerta formativa per il 2019 dell’African Summer School, “scuola di alta formazione” sotto il segno della coscienza storica e dell’interculturalita’.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»