Liliana Segre: “Razzismo? E’ deriva che sento arrivare, ho un brivido alla schiena”

Per la senatrice a vita "i nuovi razzismi sono gia' nati, secondo me ci sono gia' tutti gli aspetti di quanto pensavamo che non ci avrebbe piu' appartenuto"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Un ritorno del razzismo? “Questa deriva la sento arrivare gia’ da un po’… questo cambiamento nelle persone. E’ che per anni dopo la seconda guerra mondiale sarebbe stato osceno parlare di razzismo e antisemitismo. Oggi, man mano che si allontanano quei tempi allora viene fuori la verita’ che in realta’ questo latente razzismo, questo latente antisemistismo, trova sbocco e l’impudicizia di ripresentarsi“. Lo dice la neosenatrice a vita Liliana Segre a Radio1, parlando della Shoah e delle leggi razziali.

“Per una persona come me- aggiunge- colpita direttamente, sentire riparlare di queste cose mi mette un brivido nella schiena“.

Per la senatrice a vita “i nuovi razzismi sono gia’ nati, secondo me ci sono gia’ tutti gli aspetti di quanto pensavamo che non ci avrebbe piu’ appartenuto, che non sarebbe stato piu’ un discorso italiano”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»