Pisani: “Imponente partecipazione agli Stati generali, i giovani non sono bamboccioni”

ROMA  – “La partecipazione imponente agli Stati Generali di questi giorni credo sia la testimonianza di quanto i ragazzi siano pronti ad ascoltare e a farsi ascoltare nei momenti in cui vengono create occasioni di dibattito e di confronto”. Così la presidente del Forum Nazionali dei Giovani, Maria Cristina Pisani, commenta in un’intervista all’agenzia Dire gli ‘Stati Generali’ dell’organizzazione, che si sono svolti lo scorso fine settimana a Roma.

Un incontro che ha radunato il mondo dell’associazionismo giovanile, per analizzare problemi con l’aiuto di relatori istituzionali e accademici e realizzare proposte per il prossimo governo: “Questo- spiega Pisani- è quello che è mancato nelle ultime settimane dove gli incontri, o meglio gli scontri, si sono tenuti soltanto tra forze politiche e alcune parti sociali, tenendo fuori i giovani che però ascoltano ciò che viene dibattuto anche nei talk, ma non possono prender parte”.

Secondo la Presidente del Forum Nazionale dei Giovani, invece, “dare ai ragazzi uno strumento importante, con la possibilità di dialogo con autorevoli rappresentanti di mondi sindacali, istituzionali politici e imprenditoriali, è stato per noi fondamentale per far comprendere alla società e all’intero paese e, forse, ancor di più alle classi politiche, che i giovani ci sono, non sono bamboccioni e non hanno bisogno di essere spronati”.

“PRESENTEREMO NOSTRE PROPOSTE A LEADER POLITICI”

“Abbiamo intenzione, già nei prossimi giorni, di sottoporre le nostre proposte ai leader candidati delle diverse forze politiche per avere un colloquio con loro e dare riscontro ai ragazzi su quelle che sono state le loro risposte. Questo servirà anche ad avere conoscenza, più nel dettaglio, di quello che i singoli candidati premier proporranno in tema di politiche per i giovani”, spiega Pisani a proposito dell’impegno per dare protagonismo alle nuove generazioni in campagna elettorale.

Pisani spiega le proposte emerse durante gli ‘Stati Generali del Forum Nazionale dei Giovani’: “Sostegno alle donne e alle giovani famiglie, diminuzione della tassazione universitaria aumentando semplicemente la fascia di esenzione, ampliamento delle risorse degli strumenti per il diritto allo studio, la messa a punto di meccanismi per il riscatto della laurea a fini pensionistici, la costituzione di un fondo nazionale per l’affitto e la rivalorizzazione dell’alternanza scuola-lavoro perché, per molti giovani soprattutto del Sud, non ha funzionato”.

“Un lavoro importante- conclude Pisani- che noi metteremo a disposizione di tutte le forze politiche e anche sociali che si stanno confrontando in vista delle prossime elezioni”.

“GIOVANI RISCHIANO ESCLUSIONE DA DIBATTITO ELETTORALE”

“Il rischio che i giovani vengano esclusi da un momento così importante come quello elettorale è grande”. E’ questo l’allarme che Maria Cristina Pisani lancia al mondo politico e istituzionale all’inizio della campagna elettorale per le elezioni del 4 marzo.

“Questo pericolo- spiega Pisani- è confermato anche dai dati Istat che ci dicono come la percentuale di astensionismo sia aumentata del 15% rispetto alle passate elezioni proprio tra i giovani”.

La presidente del Forum Nazionale dei Giovani sottolinea però che “il coinvolgimento dei giovani non dovrebbe avvenire soltanto in vista di scadenze elettorali ma in generale, ed è questa una delle battaglie che abbiamo portato più volte ai tavoli istituzionali, anche europei”.

Dovremmo avere la capacità di coinvolgere i giovani in tutti i processi decisionali– conclude Pisani- rendendoli non semplicemente soggetti destinatari ma protagonisti attivi delle scelte e degli incontri”.

23 Gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»