Gabanelli: “Il M5S mi ha chiesto di candidarmi, ma la politica è un mestiere che non capisco”

ROMA – Tempo di candidature e di nomi per i partiti italiani, tra cui il M5S che vorrebbe tra le sue fila l’ex volto storico di Report, Milena Gabanelli. Ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7, la giornalista ha però dichiarato di aver declinato l’invito del partito pentastellato.

Ogni tanto mi chiedono di candidarmi, ma ho sempre detto no. Perché non è il mio mestiere e perché non potrei nemmeno sopportare queste lunghissime riunioni in cui parlano per ore, ore ed ore, senza concludere mai niente. Una volta me lo chiese anche un esponente della Lega Nord… ma gli ultimi ad avermelo chiesto sono stati i 5 Stelle a Bologna, nella mia città”, spiega Gabanelli.

Intervenendo poi a Radio 24 la giornalista ha precisato: “La politica è un mestiere che non so fare, faccio anche fatica a capirlo”. “Non sono cosi certa di fare bene un mestiere che faccio da tanti anni- ha proseguito- e che ha una responsabilità cosi limitata, perché non vado a gestire il denaro altrui, figurarsi la politica”.

Gabanelli: “La Rai? non avevo altra scelta che lasciarla”

A Otto e mezzo Gabanelli ha anche parlato della sua decisione di abbandonare la tv di Stato: “Lasciare la Rai? Non avevo altra scelta. Qualcuno mi ha pure detto ‘Hai lavorato tanto, finalmente prendi tanti soldi per non fare niente’. Ero stata assunta come vicedirettore per un nuovo portale news. Non si è potuto fare, per ragioni inspiegabili, e allora ho proposto al Dg di collocare la striscia Dataroom ad esempio tutte le sere dopo il TG1… ma è andata così. Al momento con la Rai, è storia chiusa“.

23 Gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»