Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Valle d’Aosta, per il Piano Salute arrivati 41 ‘consigli’

computer laptop
L'assessorato alla Sanità ha realizzato la piattaforma di partecipazione democratica che ha permesso di raccogliere i contributi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

AOSTA – Sono 41 i contributi presentati dai cittadini e dalle associazioni valdostani al Piano regionale per la Salute e il Benessere sociale, attraverso la piattaforma di partecipazione democratica lanciata dall’assessorato alla Sanità. Lo comunica la Regione in una nota. Nello specifico, il sito che presenta l’iniziativa – https://new.regione.vda.it/iopartecipo – è stato visitato da oltre 500 utenti che hanno visionato circa 3.800 pagine. La macro area che ha riscosso più interesse è stata “La prevenzione al centro delle politiche per la salute e il benessere sociale” con 185 visualizzazioni. I 41 contributi presentati, “ricchi di contenuti e suggerimenti”, precisa la nota, saranno esaminati e valutati “sia in questa fase per un arricchimento del Piano, sia in una fase successiva di predisposizione delle delibere attuative degli obiettivi del Piano”. A tutti i contributi pervenuti sarà dato un riscontro pubblico e, ancora una volta, partecipato.

Il tempo di permanenza medio degli utenti sulla piattaforma è stato di un’ora e 43 minuti: un dato che la Regione definisce “considerevole” e che testimonia “la volontà di informarsi in maniera puntuale”.  Per l’assessore alla Sanità della Regione Valle d’Aosta, Roberto Barmasse, “è stata sicuramente un’esperienza positiva che ha coinvolto molte persone che si sono dimostrate interessate al testo e alle sue novità”. “L’afflusso alla piattaforma- aggiunge- ha avuto un riscontro che è il più alto che si è avuto per questa tipologia di coinvolgimento”. Conclude: “Ritengo importante la partecipazione dei cittadini che permette di avere una visione più ampia della realtà e delle suggestioni del territorio. Il Piano costituisce un passaggio innovativo per la nostra sanità e ci è sembrato opportuno poterlo condividere con chi ne avesse avuto interesse.”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»