Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Maturità, Bianchi: “Sarà esame serio, ma monitoriamo pandemia”

bianchi rondine
"La situazione nelle scuole è sotto controllo, ma c'è una ripresa"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “È in atto una nuova fase pandemica, noi la stiamo seguendo con grandissima attenzione. Quindi abbiamo la responsabilità di far fare ai ragazzi un esame serio, il più serio possibile. Ma dobbiamo tener conto di questo andamento pandemico. Tutti gli anni comunichiamo entro gennaio le modalità con cui si svolgerà l’esame. Posso garantire a tutti che faremo un esame serio, ponderato: un esame che permetterà a tutti i ragazzi e le ragazze di poter esprimere al meglio le loro competenze. Ma abbiamo anche la responsabilità di capire come sta andando la situazione pandemica. Quindi i nostri ragazzi studino, i nostri docenti stanno facendo il loro lavoro: stiamo andando avanti tranquillamente. Garantiremo anche quest’anno un esame serissimo, quello che permette a ragazzi e ragazze di avere un percorso di valutazione”. Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, è intervenuto così oggi a Uno Mattina, su Rai 1, in riferimento alle modalità dell’esame di Stato 2021-2022.

“Sono contento che nel Paese sia in atto questo dibattito sugli scritti. Ci vogliono tutti gli strumenti per poter valutare le persone, ma avendo anche il senso della realtà- ha aggiunto Bianchi- La situazione nelle scuole è sotto controllo, ma c’è una ripresa“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»