Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Lazio, edizione del 22 dicembre 2020

In questa edizione: il via libera al bando per ricostruire l'arena del Colosseo; 6.153 positivi su 122.565 test effettuati in farmacia; record morti: parte il numero chiuso sulle cremazioni; maxi sequestro di oltre 2 milioni di luci natalizie illegali
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

AL VIA BANDO PER RICOSTRUIRE ARENA COLOSSEO, LAVORI ENTRO 2021

Via libera da Invitalia al bando per la conservazione, il consolidamento e la realizzazione di un nuovo piano dell’arena del Colosseo. L’intervento permetterà al pubblico di comprendere appieno l’uso e la funzione di questa icona del mondo antico, anche attraverso eventi culturali di altissimo livello. Il bando scadrà il prossimo 1 febbraio e l’obiettivo è di avviare i lavori entro il 2021. “La ricostruzione dell’arena del Colosseo è una grande idea, che ha fatto il giro del mondo- ha commentato il ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini– Sarà un grande intervento tecnologico che offrirà la possibilità ai visitatori di vedere non soltanto i sotterranei, ma di contemplare la bellezza del Colosseo dal centro dell’arena”.

NEL LAZIO 6.153 POSITIVI DA TEST RAPIDI E SIEROLOGICI IN FARMACIE

Nelle 388 farmacie del Lazio dove si effettuano tamponi rapidi e test sierologici sono stati individuati 6.153 positivi su 122.565 test. Lo hanno comunicato oggi i vertici di Fedefarma nel corso di una conferenza a cui ha partecipato anche l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. “Le farmacie sono diventate un punto di riferimento imprescindibile nel contrasto alla diffusione del virus- ha detto il presidente di Federfarma Roma, Andrea Cicconetti. Per D’Amato “le farmacie potranno contribuire per la vaccinazione di massa, quando avremo vaccini anti-Covid più gestibili di quello in arrivo”.

A ROMA RECORD MORTI A NOVEMBRE: PARTE NUMERO CHIUSO SU CREMAZIONI

Da questa settimana a Roma le cremazioni dei defunti saranno a numero chiuso. Non più di 200 a settimana. Lo ha deciso l’Ama che ha già comunicato la sua decisione alle agenzie e ai centri servizi funebri. A novembre l’aumento dei morti è stato superiore del 63 per cento rispetto al 2019, e nei soli primi giorni di dicembre l’aumento è già del 40%. Crescono i morti ma gli spazi dei forni per le cremazioni restano gli stessi e sono terminati quelli per le sistemazioni provvisorie delle salme. Dunque, per ogni richiesta eccedente, si dovra’ optare per una cremazione in impianti fuori dal territorio di Roma oppure per una diversa forma di seppellimento.

ROMA, MAXI SEQUESTRO LUMINARIE NATALIZIE E STORDITORI ELETTRICI

I Finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno sequestrato oltre 2 milioni di luci natalizie illegali e 56 ‘storditori’ elettrici messi in vendita abusivamente. Gli articoli erano stoccati in tre punti vendita gestiti da cittadini cinesi. In particolare le luminarie avrebbero provocato il rischio di incendi nelle abitazioni. Quattro le persone denunciate per frode in commercio, ricettazione e commercio non autorizzato di armi. Sono in corso le indagini per risalire alle fonti di approvvigionamento della merce.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»