Bologna, sgominata la banda della nutella: truffò la Ferrero

BOLOGNA -Sgominata la banda della Nutella, che qualche anno fa truffò la Ferrero facendo sparire mezzo milione di euro in
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA –Sgominata la banda della Nutella, che qualche anno fa truffò la Ferrero facendo sparire mezzo milione di euro in Nutella. Le indagini dei Carabinieri di Bologna hanno portato a tre arresti domiciliari e ad un obbligo di dimora nei confronti di quattro italiani, indagati per associazione per delinquere finalizzata alla truffa e per concorso in truffa aggravata. I destinatari dei provvedimenti risiedono in provincia di Treviso e Napoli, sebbene uno di essi abbia dimorato per diversi anni in provincia di Bologna. Il caso emerse quando una fantomatica società con sede logistica in via Zanardi a Bologna ordinò alla multinazionale piemontese un grosso carico di vasi di Nutella.

Dopo una prima fornitura regolarmente pagata di crema spalmabile, la banda (che mostrò per la società un bilancio in attivo di 3,1 milioni di euro, poi rivelatosi falso) richieste il carico da mezzo milione di euro, pagandolo con assegni scoperti. Quando i responsabili della Ferrero hanno scavato più a fondo cercando l’azienda di via Zanardi si sono accorti che a quell’indirizzo c’era un vecchio capannone chiuso. È stato a quel punto che i funzionari dell’azienda hanno capito di essere stati truffati e si sono rivolti ai Carabinieri del nucleo investigativo di Bologna.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»