Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Roma risonanza magnetica ‘olimpica’ aperta a tutti

E' stata inaugurata nei nuovi locali dell'Istituto di Medicina dello sport del Coni a Roma la risonanza magnetica intitolata alla memoria di Pietro Mennea
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Una nuova apparecchiatura destinata non solo ai campioni e all’elite dello sport azzurro, ma a tutti i privati cittadini. E’ stata inaugurata questa mattina nei nuovi locali dell’Istituto di Medicina dello sport del Coni a Roma la risonanza magnetica intitolata alla memoria di Pietro Mennea, realizzata grazie al contributo della Fondazione Roma presieduta dal professor Emmanuele Emanuele.

RISONANZA MAGNETICA  OLIMPICA

Ma arrivare all’apertura non è stato facile, ha riconosciuto il presidente del Coni, Giovanni Malago’: “C’era il rischio forte che questo progetto non vedesse la luce, poi grazie a un eccellente connubio tra pubblico e privato, due mondi apparentemente così lontani come la Fondazione Roma e il Comitato olimpico, siamo riusciti ad andare avanti” malgrado “l’infinita lista dei pezzi di carta, la burocrazia che ci troviamo davanti. Devo dire che senza la mia cocciutaggine e rabbia, e senza la grande pazienza e sensibilità del professor Emanuele oggi non saremmo qui. Abbiamo dimostrato che insieme si possono vincere queste partite”. “Non potevo che rispondere positivamente a questo importante appello per andare incontro ai bisogni dello sport ma anche della società civile”, ha detto Emanuele, che ha sottolineato le difficoltà incontrate: “Qui in Italia il rapporto col privato è un ostacolo costante. Troviamo resistenze incomprensibili davanti a investimenti di milioni di euro. E’ inaccettabile in un Paese civile”. Il Centro “sarà un luogo aperto non solo agli atleti, ma anche alla cittadinanza- ha aggiunto Emanuele- Questa è una tappa, deve diventare un centro di eccellenza mondiale cui aggiungere altre tecnologie oltre a quelle già esistenti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»