Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Germania, il ministro della Salute: “A fine inverno tedeschi vaccinati, guariti o morti”

coronavirus
In Sassonia "la situazione sanitaria è così grave che si rischia di dover ricorrere al triage in corsia".
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Alla fine dell’inverno quasi tutti i tedeschi saranno vaccinati, guariti o morti”. Lo ha detto il ministro della Salute della Germania, Jens Spahn, rivolgendo un drammatico appello ai cittadini nel corso di una conferenza stampa a Berlino, chiedendo loro di vaccinarsi contro il Covid-19.

LEGGI ANCHE: Oms: “In Europa entro marzo possibili 500mila morti in più per Covid”

L’esponente del governo ha poi aggiunto: “Questo con la variante delta è molto probabile. Con grande probabilità le persone non vaccinate contrarranno il coronavirus“. In merito alla dose booster prevista per numerosi tedeschi vaccinati con Biontech-Pzifer, Spahn ha poi voluto rassicurare i propri connazionali: “Moderna- ha affermato- è un vaccino buono, sicuro e molto efficace”.

Il titolare del dicastero della Salute tedesco ha poi reso noto che dal prossimo 20 dicembre la Germania avrà a disposizione 2,4 milioni di dosi di vaccino Biontech-Pfizer per i bambini di età compresa fra i 5 e i 11 anni, precisando che l’autorizzazione dell’Ema arriverà in settimana. Jakob Maske ha, però, invitato alla calma. Il presidente dell’associazione pediatri ha infatti chiesto a medici e genitori di attendere il pronunciamento da parte della commissione indipendente Stiko.

Intanto dalla Sassonia arrivano notizie sempre più allarmanti. Secondo quanto dichiarato dal presidente della camera dei medici regionale, Erik Bodendieck, “la situazione sanitaria è così grave che si rischia di dover ricorrere al triage in corsia”. Bodendieck ha poi aggiunto che “se tutto questo non cambia, bisognerà pensare a decidere chi debba essere trattato e chi no”.

La Germania, nel frattempo, fa registrare l’ennesimo record negativo sul fronte dei contagi. Sono infatti 30.643 quelli conteggiati dal Robert Koch Institut nelle ultime 24 ore. Si tratta di un dato molto superiore alle 23.607 persone infettate nella scorsa settimana.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»