Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Mattarella: “Poche settimane a fine mio mandato, vaccini referendum vinto 9 a 1 dalla scienza”

"Le vaccinazioni sono state anche in fondo una sorta di referendum sulla scienza", dice Mattarella
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Le vaccinazioni sono “lo strumento che ci ha difeso, ci ha salvato letteralmente, e ci sta consentendo in questa violenta quarta ondata del contagio del Covid, che sta mettendo in grande difficoltà anche grandi Paesi tradizionalmente ben organizzati, di contenerne l’offensiva, i danni e i pericoli”. Lo ribadisce il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante l’Inaugurazione dell’anno accademico 2021-2022 dell’Università ‘La Sapienza’ di Roma.

I vaccini non solo ci difendono dal Covid “ma le vaccinazioni sono state anche in fondo una sorta di referendum sulla scienza“, dice Mattarella.

“L’altro ieri sera – spiega il capo dello Stato – 36 ore fa, avevano fatto ricorso alla vaccinazione, decidendo di sottoporvisi, l’87 per cento dei nostri concittadini sopra i 12 anni. Se a questi aggiungiamo quelli che non possono farla per motivi sanitari, o quelli di recente guariti dal Covid, siamo al 90 per cento piu’ o meno, quindi questo referendum sulla scienza e sul suo valore, in Italia vede 9 a 1 il vantaggio della scienza“.

Lunghissimo applauso dalla platea di presenti nell’Ateneo. Mattarella aggiunge: “Ed è una delle caratteristiche che segnalano il senso di responsabilità per cui dobbiamo essere riconoscenti ai nostri concittadini e che ha messo l’Italia in questo periodo all’avanguardia nella considerazione positiva della comunità internazionale”.

“Vorrei aggiungere un ulteriore significato di carattere personale che mi riguarda, perché a poche settimane dalla conclusione del mio ruolo, delle mie funzioni di Presidente della Repubblica, mi consente di tornare alla Sapienza dove ho studiato”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»