Fico: “Mi piacerebbe fare il sindaco di Napoli, amo la mia città”

"È una città straordinaria e va valorizzata"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Mi piacerebbe fare il sindaco di Napoli, amo la mia città, amo tutto di Napoli. Ha questo grande animo popolare che guarda al futuro e resiste alla globalizzazione spinta, è una città straordinaria e va valorizzata“. Lo dice il presidente della Camera, Roberto Fico, a Mezz’ora in più su Raitre, intervistato da Lucia Annunziata. “Il sindaco di Napoli ha un peso e un onere enorme, però io penso che oggi il Sud sia strategico per gli investimenti che arriveranno”, sottolinea. Detto ciò, Fico ammette: “E’ una cosa ideale dire ‘mi piacerebbe fare il sindaco di Napoli’, io adesso sto facendo una cosa molto importante come te.

FICO: “DIALOGO CON L’OPPOSIZIONE IN PARLAMENTO, NO A NUOVO PATTO DEL NAZARENO”

“Io sono favorevole che si apra un dialogo tra la maggioranza e le opposizioni in Parlamento, nell’interesse collettivo e in raccordo con il governo. Questa è la strada maestra, più chiara ed è quello che si deve fare per dialogare e cooperare”. “Chi non percorre questa strada poi si prenderà le sue responsabilità”, aggiunge. Fico, che sottolinea, è “contrario senza dubbio” a un nuovo patto del Nazareno con i 5 stelle.

FICO: “PARLAMENTO SEMPRE CENTRALE, CHI LO ATTACCA SBAGLIA”

“Il parlamento è sempre stato centrale e quando lo si attacca si fa un grande sbaglio e si attaccano nel cuore le istituzioni. In questo momento dove può esserci la trasparenza, la chiarezza delle decisioni, il confronto il dialogo è nel parlamento”, spiega Fico. “E’ quando le decisioni vengono prese fuori dal parlamento che non vengono mai prese nell’interesse dei cittadini”, sottolinea.

FICO: “CAPIGRUPPO CONGIUNTA STRADA POSSIBILE”

“Una capigruppo congiunta Camera-Senato” per il dialogo tra governo, maggioranza e opposizione sulla manovra è “una strada possibile che possiamo fare sin da domattina”. 

FICO: “GRAVISSIMO NON AVER FATTO PARLARE MORRA, RAI AMMETTA ERRORE”

“Non aver fatto partecipare Nicola Morra a un programma dopo che era stato invitato è “gravissimo, non sta né in cielo né in terra e spero che tutti in Rai ammettano che sia stato un grande sbaglio”. 

LEGGI ANCHE: Anzaldi: “Censura Rai a Morra concordata con i vertici M5s? Si faccia chiarezza”

Morra si scusi su Santelli. L’Italia non è la Rupe Tarpea

FICO: “MEDIASET AZIENDA ITALIANA, TUTELARLA DA APPETITI STRANIERI”

“Mediaset è una azienda italiana strategia che va tutelata dagli appetiti stranieri. Non tuteliamo solo Mediaset, lo Stato tutela tutte le aziende italiane”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»