Tg Politico, edizione del 22 novembre 2019

Tg Politico, edizione del 22 novembre 2019
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

I titoli e il tg politico della Dire.

MAGGIORANZA DIVISA SUL SALVA STATI

Maggioranza divisa sul meccanismo di stabilizzazione monetaria, il cosiddetto salva Stati. Nel corso di un vertice a Palazzo Chigi M5s e Leu si sono opposti alla riforma perche’, hanno sostenuto, rischierebbe di far finire l’Italia in una sorta di serie B europea. Per il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, invece, il Mes non comporta l’automatica ristrutturazione del debito. Per giunta alle critiche di Salvini che grida al ‘tradimento’, Gualtieri ha replicato ricordando che e’ stato proprio il governo tra Lega e Cinque stelle a dare il via libera al nuovo Mes, lo scorso giugno. I partiti politici torneranno ad incontrarsi a breve in vista del voto in Parlamento.

NASCE L’ALLEANZA TRA FRIDAY FOR FUTURE E SARDINE

Un’inedita alleanza tra ‘sardine’ e Friday for future. Si realizzera’ in vista del prossimo sciopero contro l’emergenza climatica, il Global strike del 29 novembre. L’intesa nasce da una lettera dei giovanissimi ambientalisti romani alle coetanee sardine. “L’unione fa la forza”, scrivono e aggiungono che in pieno spirito da Sardina, non c’e’ bisogno di spazio. “Vogliamo stare stretti l’uno all’altro; riscaldarci, in questo disastroso autunno, col calore delle nostre idee e del nostro entusiasmo”.

BONIFICHE, GIRO DI VITE DAL GOVERNO

Definire per legge tempi certi per le bonifiche dei siti contaminati. E’ il progetto a cui sta lavorando il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, annunciato durante un convegno organizzato dal Movimento 5 stelle in Senato. “E’ il momento di definire una nuova legge, perche’- spiega Costa – per quanto un ministro si voglia impegnare facendo moral suasion e comprimendo i percorsi amministrativi e burocratici, e’ necessaria una norma certa”. Intanto si va definendo il caso dell’Ex Ilva. Il governo cerca di riaprire la trattativa con la proprieta’. Tra le ipotesi anche quella della riconversione parziale della produzione.

TAJANI: AVVICINARE l’EUROPA AI CITTADINI

Rendere l’Europa sempre più vicina ai cittadini e ai territori. E’ la necessità che emerge dalla nona assise sulla sussidiarietà che si è riunita oggi al Senato, su iniziativa del Comitato europeo delle Regioni e dalla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni. Per Antonio Tajani, bisogna dare “potere di iniziativa legislativa” al parlamento europeo. E l’Europa “deve diventare sempre piu’ una democrazia che rappresenta gli eletti dai cittadini”.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»