Femminicidi e violenza sulle donne: numeri in costante aumento

I numeri del rapporto della Polizia 'Questo non è amore 2019'
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – In Italia i femminicidi- definiti come l’omicidio della donna in ragione del proprio sesso- non si fermano, anzi aumentano: dal 37% sul totale delle vittime di sesso femminile del 2018, al 49% nel periodo gennaio-agosto 2019. Il 67% di queste vittime è straniero. Ad aumentare anche le donne vittime di violenza, che passano dal 68% del 2016 al 71% del 2019. Questo il dato che emerge da ‘Questo non è amore 2019’, il report della Polizia di Stato presentato oggi a Milano.

Secondo il rapporto, la lettura dei dati ha anche un risvolto positivo: una maggiore coscienza dei delitti subiti, una rinnovata propensione e fiducia nel denunciare quanto accaduto: è aumentato il numero di vittime che considerano gli atti violenti un reato.

Gli stessi reati, distribuiti sul territorio dove la vittima ha denunciato il fatto alle forze di polizia, mostrano come sia uno stereotipo l’appartenenza alle regioni dove diversa è considerata la propensione alla denuncia. L’incidenza per 100.000 abitanti di sesso femminile mostra i medesimi valori in Piemonte ed in Sicilia.

88 DONNE VITTIME DI VIOLENZA AL GIORNO, UNA OGNI 15 MINUTI

A destare preoccupazione è la frequenza degli atti di violenza. Secondo le denunce ricevute dalla Polizia, nel mese di marzo 2019, in media, ogni 15 minuti è stata regi-strata una vittima di violenza di genere di sesso femminile. Il totale giornaliero è di 88 vittime al giorno.

Nel 61% dei casi, le vittime indicano il proprio ex come autore della violenza. Nell’11% dei casi, il presunto autore degli atti persecutori è l’attuale compagno.

I REATI DIMINUISCONO, MA LE VITTIME DONNE AUMENTANO

Violenze sessuali, atti persecutori, maltrattamenti e percosse: mentre nell’ultimo periodo (2018-2019) il numero dei reati è in diminuzione, il numero delle vittime di sesso femminile continua ad aumentare.

Le vittime di violenza di genere sono in alta percentuale italiane. Tra quelle straniere, sono le romene a denunciare più di altre di aver subito, nell’ul-timo biennio, maltrattamenti in famiglia, percosse, violenze sessuali e atti persecutori.

I presunti autori di questo tipo di reato sono in percentuale maggiore di origine italiana. Se nel 2018 rappresentavano il 73% dei soggetti segnalati all’autorità giudiziaria dalle forze di polizia, nel 2019 il dato sale al 74%.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

22 Novembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»