Migranti, Salvini archiviato per la vicenda della Alan Kurdi

Il commento di Salvini: “Bene, un Tribunale finalmente riconosce che bloccare gli sbarchi non autorizzati di immigrati non è reato"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Accogliendo la richiesta della Procura di Roma il tribunale dei Ministri ha archiviato l’indagine che vedeva indagato l’ex ministro degli Interni, Matteo Salvini, per abuso d’ufficio e rifiuti di atti di ufficioin relazione alla vicenda Alan Kurdi della ong Sea Eye del 3 aprile 2019.

Anche la posizione del prefetto Matteo Piantedosi, capo di gabinetto del Viminale, e’ stata archiviata. La nave della Ong tedesca aveva soccorso 64 migranti che si trovavano a bordo di un gommone al largo della Libia.

“Bene, un Tribunale finalmente riconosce che bloccare gli sbarchi non autorizzati di immigrati non è reato! Sono curioso di vedere a questo punto cosa decideranno le altre Procure, e una volta tornato al governo rifarò esattamente le stesse cose”. Questo il commento dell’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»