Giornale radio sociale, edizione del 22 novembre 2019

Giornale radio a cura di http://www.giornaleradiosociale.it/
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

DIRITTI – Più bombe e meno futuro. Poche risorse per scuola, welfare e cooperazione, ma aumentano le spese militari. Continua il pericoloso paradosso tutto italiano. Ascoltiamo Sergio Bassoli della Rete della Pace.

ECONOMIA – A caccia del domani. Peggiora il sentiment sull’andamento a breve del Sistema Paese; più ottimismo sulla ripresa della domanda dei propri prodotti/servizi, sull’occupazione e sulla dinamica degli investimenti. È quanto emerge dall’ultima rilevazione congiunturale, relativa agli andamenti del secondo quadrimestre 2019 e alle prospettive per i prossimi 4/5 mesi, effettuata dall’Area Studi di Legacoop, in collaborazione con SWG.

INTERNAZIONALE – La lotta paga. Oltre mille donne in Australia hanno vinto una class action contro la multinazionale farmaceutica Johnson&Johnson riguardo ai danni procurati da un prodotto che avrebbe dovuto curare le complicanze del parto e che in molti casi ha invece causato infezioni e dolori cronici. Secondo il tribunale, le pazienti sono state trattate come “cavie” dall’azienda, che non avrebbe fatto nulla per rimediare ai danni procurati.

SOCIETA’ – Canapa Expo. Fino a domenica a Milano la fiera dell’innovazione, formazione e conoscenza sul mondo della cannabis e dei suoi diversi utilizzi sociali: dalla produzione di energia rinnovabile alla bioedilizia, dall’uso terapeutico fino alla bonifica di terreni contaminati da metalli pesanti. In programma workshop, presentazioni di libri e conferenze.

SPORT – Buio in sala. È iniziata ieri la nona edizione del Matera Sport Film Festival, fino a sabato la proiezione di 24 film in concorso provenienti da 15 nazioni differenti. Il servizio di Elena Fiorani. 

CULTURA – Children. Durerà fino al prossimo 6 gennaio, all’auditorium Enzo Biagi di Bologna, la mostra fotografica dedicata ai bambini. Protagonisti autori profondamente diversi dal punto di vista espressivo, ma accomunati dalla volontà di testimoniare la partecipazione emotiva alle vicende dei ragazzi che hanno incontrato negli angoli più remoti del mondo. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»