Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Femminicidio, Orlando: “Il 74,5% degli autori sono italiani”

La distribuzione geografica risulta sostanzialmente omogenea nelle diverse zone del Paese
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – Tra gli assassinii che vedono le donne come vittime, nella maggior parte dei casi si tratta di femminicidio. L’autore è praticamente sempre un uomo, con netta prevalenza di soggetti italiani. Emerge questo dai dati comunicati in commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio dal ministro della Giustizia Andrea Orlando.

COSA DICONO I DATI

Esaminando 417 sentenze, rappresentative di oltre il 60% dei casi di omicidi con vittima di genere femminile, l’85% dei casi sono classificabili come femminicidio.

La distribuzione geografica risulta sostanzialmente omogenea nelle diverse zone del Paese.

Nel 98% dei casi l’autore del reato è un uomo e la nazionalità dell’autore conferma la prevalenza di soggetti italiani (74,5%), come non molto dissimile risulta evidentemente il dato sulla nazionalità della vittima (italiana nel 77,6% dei casi).

 

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»