Unione Africana, il presidente si sceglie con il dibattito

Confronto senza precedenti per la guida della commissione, cinque in lizza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Bandiera_Unione_Africana2

ROMA – Per la prima volta il presidente della Commissione dell’Unione Africana (Ua) sarà eletto dopo un dibattito pubblico tra i candidati: lo ha reso noto oggi l’organismo continentale, aggiungendo che il confronto si terrà nella sede centrale di Addis Abeba il 9 dicembre. “Siamo convinti che questo dibattito contribuirà a trasformare la nostra unione e l’Africa” si legge in una nota della Commissione; “Spesso le elezioni dei dirigenti avvengono a porte chiuse, precludendo al pubblico l’opportunità di essere informato e di partecipare”. Il voto, da parte dei rappresentanti dei 54 Paesi membri dell’Ua, si terrà a gennaio. La presidente uscente, la sudafricana Nkosazana Dlamini-Zuma, non si ricandiderà. A succederle sarà uno tra Pelonomi Venson-Moitoi (Botswana), Moussa Faki Mahamat (Ciad), Agapito Mba Mokuy (Guinea Equatoriale), Amina Mohamed (Kenya) e Bathily Abdoulaye (Senegal).

di Vincenzo Giardina, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»