NEWS:

Alla Festa del Cinema di Roma ‘Holiday’, l’adolescenza può diventare thriller

Da domani in sala il film di Edoardo Gabbriellini e prodotto da Luca Guadagnino

Pubblicato:22-10-2023 17:07
Ultimo aggiornamento:22-10-2023 17:08
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Un racconto di formazione con tinte thriller nato da un caso di cronaca. ‘Holiday’ di Edoardo Gabbriellini, presentato oggi alla Festa del Cinema di Roma, è la storia di Veronica (Margherita Corradi): sta per compiere vent’anni quando esce di prigione dopo un lungo processo che le imputava l’omicidio della madre e del suo amante. Per lo Stato per ora è innocente, ma in pochi credono a quell’assoluzione, tanto che al suo fianco sembra avere solo il padre e Giada (Giorgia Frank), la sua migliore amica, la cui cruciale testimonianza ha posto fine a quell’incubo. Protetta dalla fragile e inseparabile Giada, ora a Veronica non resta che tentare di riappropriarsi della sua vita, interrottasi proprio nel cruciale momento in cui stava finalmente scoprendo la sessualità. Ma mentre lei muove i primi passi in quella ritrovata libertà, lo spettatore si muove in un gioco di specchi, sulla linea del tempo, tornando a quel processo, al giorno dell’omicidio, in una sorta di indagine la cui ricerca del colpevole, progredendo, pare sempre meno centrale.

L’idea del film “è partita dalla curiosità nei confronti di alcuni eventi di cronaca, che hanno coinvolto i giovani. Forse è per me una forma di esorcismo essendo padre di un ragazzo di 19 anni”, ha spiegato Gabbriellini. “L’adolescenza o l’immediato post-adolescenza è quella stagione in cui stai per debuttare nella vita e da lì nascono fragilità che delle volte, come in questo caso, possono essere tragiche”.

Centrale nel racconto è anche la ricerca di se stessi. “La mia generazione ha apparecchiato un presente più difficile da decodificare per i giovani. La mia generazione non accetta l’idea di diventare adulta quindi i riferimenti per i ragazzi saltano in aria e nel film un po’ si racconta attraverso i genitori di Veronica: la madre è ossessionata dai canoni di bellezza e il padre è una sorta di Peter Pan che pensa a divertirsi, ma evidentemente incapace di ascoltare l’altro anche quando l’altro è la figlia”, ha raccontato Gabbriellini (Piero Mansani di ‘Ovosodo’ di Paolo Virzì) all’agenzia Dire.


Un altro tema “è la gogna mediatica in cui ho rivisto tanti fatti di cronaca che sono sempre accompagnati da un accanimento sui social. E poi in generale il concetto di social come mezzo di diffusione di chiacchiericcio e in cui tutti hanno un’opinione su tutto e tutti”, ha spiegato Margherita Corradi. Quanto è facile inciampare a quell’età? “Questa è la domanda cruciale del film. Oggi è difficile mostrare le nostre ombre e diversità. Nel film si accenna a canoni e codici di bellezza che ci vengono imposti. Oggi i canoni morali ed etici vengono rinnovati e se non aderisci sei uno da emarginare”, ha aggiunto il regista.

Tra i produttori del film il regista Luca Guadagnino con la sua Frenesy Film. “A legarci è una lunga amicizia. Per me è sempre una goduria avere un confronto anche quando su certe cose non siamo d’accordo e la temperatura si alza. Probabilmente anche il fatto che lui non sia un produttore puro ha una consapevolezza e una lucidità di lasciare il giusto spazio al regista anche laddove immediatamente non è d’accordo. E consapevole di come sia uno spazio sacro”, ha detto Gabbriellini.

Al cinema il 23, 24 e 25 ottobre con Europictures, ’Holiday’ è una produzione Vision Distribution, del gruppo Sky, e CinemaUndici in collaborazione con The Apartment Pictures, del gruppo Freemantle, e Frenesy Film.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy