Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il viaggio del piccolo Sallhis nello Spazio

sallhis 3
Terza avventura per il pesciolino protagonista dei racconti su salute e sicurezza
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La paura? Va affrontata e porterà a nuove scoperte illuminanti. Senza mai dimenticare la sicurezza e la tutela della salute, anche se sei un pesciolino timoroso che si lancia nientedimeno che in un viaggio spaziale. È quello che succede al piccolo Sallhis, protagonista della terza avventura scritta da Andrea Trespidi, formatore esperto di sicurezza sul lavoro, e illustrata da Manuel Baglieri, con il patrocinio gratuito dell’Agenzia spaziale italiana (Asi).

“Nella comunità di ‘Italia loves sicurezza’, un movimento di persone che ha la missione comune di diffondere i valori di salute e sicurezza nella società, ci siamo accorti che per i bambini molto piccoli non c’era nessun progetto, nulla- spiega Trespidi-. Allora è nato il pesciolino Sallhis“, il cui nome è l’acronimo di Safety Leader (leader della sicurezza), unito al nome della fondazione, Lihs, che promuove e finanzia le iniziative del movimento. “Sono dei libricini che sono sia favole per bambini che storytelling educativo- prosegue-, contengono pensieri comprensibili di un personaggio simpatico, adatti ai piccoli”.

Nella terza storia di Sallhis (le prime due sono scaricabili gratuitamente negli store digitali) il pesciolino affronta la paura del buio arrivando a parlare con le stelle. “Lo Spazio non è ancora una colonia da abitare con eccessiva confidenza, ma una frontiera da esplorare con la curiosità ed il coraggio tipici degli esploratori. Un coraggio che non è disprezzo del pericolo o rifiuto della paura, ma è anzi uno stato d’animo che, sfruttando la paura, permette di crescere e di progredire giorno dopo giorno, esperienza dopo esperienza.
Tutti noi non dobbiamo temere la paura né ignorarla, perché questa ci rivela i nostri limiti e ci aiuta a superarli“, scrive Vito Schiavone, Responsabile della Sicurezza sul Lavoro dell’Asi, nella prefazione della pubblicazione, che, entro fine anno, sarà stampata da Ecosafe e distribuita agli eventi sulla sicurezza, e successivamente sarà disponibile in digitale.

L’edizione cartacea di Sallhis 3, peraltro, presenta una novità. “È stampata in un formato che si chiama ‘Leporello‘, spiega Trespidi-, si apre e si dispiega per essere letto tavola dopo tavola. Forse per la prima volta, però, la lettura procede sia in verticale che in orizzontale, quando è il momento di raccontare il viaggio nello Spazio su un mezzo particolare…”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»