Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

‘Lo famo strano’… a Sulmona: in ‘Vita da Carlo’ di Verdone

L'attore alla Festa del Cinema di Roma ha presentato la serie tv autobiografica 'Vita da Carlo', di cui oltre che protagonista è, insieme a Arnaldo Catinari, anche sceneggiatore e regista
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Carlo Verdone propone di andare in Abruzzo per ritrovare la passione perduta. Succede in ‘Vita da Carlo’, serie tv autobiografica, presentata oggi alla Festa del Cinema di Roma, di cui oltre che protagonista è, insieme a Arnaldo Catinari, anche sceneggiatore e regista. Nei dieci episodi firmati Amazon, in arrivo sulla piattaforma streaming dal 5 novembre, l’attore interpreta se stesso, mischiando elementi di finzione a note caratteristiche che lo contraddistinguono: come l’essere un esperto di medicinali e malattie (tanto che nella serie finirà per innamorarsi di una farmacista) e un romanista sfegatato. A fianco a lui Max Tortora, nei panni del suo miglior amico sempre in cerca di consigli. Tra questi anche come riaccendere il desiderio nei confronti della moglie. “Hai provato a farlo strano?- gli chiede Verdone- Se non vuoi farti riconoscere vai fuori regione, che ne so a Chieti, Sulmona, Campobasso, Scanno. Tu prova, male che va ti fai una bella mangiata e ritorni a Roma”, aggiunge. Tortora seguirà il suggerimento di Verdone e proporrà alla moglie di andare a Sulmona per provare a fare uno scambio di coppia. Poco dopo nella serie torna Scanno alla ribalta, quando, sempre Tortora, che, attore poco conosciuto, per strada al contrario di Verdone viene sempre scambiato per qualcun altro (tra cui De Sica, fatto realmente avvenuto e confermato dall’attore) verrà preso per un pizzaiolo. “Dove la prendeva quella mozzarella così buona?”, gli chiede una signora. “A Scanno”, la pronta risposta dell’attore romano.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»