Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Sofia Goggia portabandiera dell’Italia alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022

sofia_goggia_fb_italia_team
La campionessa olimpica in carica nella discesa libera guiderà la spedizione italiana nella cerimonia di apertura. Nella chiusura dei Giochi cinesi il Tricolore sarà invece portato da Michela Moioli, campionessa nello snowboard
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Marco d’Avenia

(Foto da Facebook Italia Team)

ROMA – La portabandiera dell’Italia ai Giochi Olimpici invernali di Pechino 2022 sarà Sofia Goggia. La decisione è stata comunicata durante la Giunta nazionale del Coni che si è svolta oggi al Foro Italico, a Roma, e annunciata dal presidente Giovanni Malagò. Goggia, nata il 15 novembre del 1992 a Bergamo, è campionessa olimpica in carica nella discesa libera, dopo l’oro conquistato a Pyeongchang 2018. I Giochi di Pechino, che sarà la prima città ad ospitare sia le Olimpiadi estive che quelle invernali, si terranno dal 4 al 13 marzo 2022.

ALLA SNOWBOARDER MOIOLI IL TRICOLORE PER LA CHIUSURA DEI GIOCHI

È stato inoltre annunciato anche il nome di chi porterà il Tricolore nella Cerimonia di chiusura: sarà Michela Moioli, 26enne di Alzano Lombardo, campionessa olimpica tre anni fa nello snowboard. Entrambe sono state protagoniste della candidatura di Milano Cortina 2026. “È un grande onore essere chiamati a ricoprire questo ruolo, penso sia il sogno di ogni atleta. La mia disciplina comincia ad essere riconosciuta, a prendere peso e quindi è un onore per me, la mia squadra e tutti gli snowboarder”.

MALAGÒ: “RICONOSCIMENTO PER GLI ORI OLIMPICI, LE RAGAZZE NON STANNO NELLA PELLE”

Per la scelta, ha spiegato Malagò, “abbiamo utilizzato un criterio che vale per tutti, dando il riconoscimento a chi ha vinto una medaglia d’oro olimpica. Così come era giusto anche assegnare già il ruolo di portabandiera della cerimonia di chiusura, con la terza atleta che ha conquistato un oro agli ultimi Giochi Olimpici, insieme ad Arianna Fontana, alfiere a Pyeongchang 2018”. Il numero uno dello sport italiano ha aggiunto: “Ricordo che Goggia e Moioli sono le due ragazze di quel meraviglioso sketch della candidatura di Milano Cortina 2026 a Losanna nel 2019, quando conquistarono il Cio. Tutte e due non stanno nella pelle, sono entusiaste”.

GOGGIA, UNA CARRIERA TRA SUCCESSI E SFORTUNA

Sofia Goggia è nata a Bergamo nel 1992. Campionessa dello sci alpino, è diventata a PyeongChang 2018 la prima atleta italiana di sempre a vincere l’oro nella discesa libera. Nella sua carriera, costellata di successi e di primati, non è mancata però la cattiva sorte. Goggia è stata infatti più forte anche degli infortuni subiti, vincendo, tra l’altro, due Coppe di specialità e due medaglie mondiali: un argento in supergigante ad Are 2019 e un bronzo a St. Moritz 2017. È stata inoltre la prima sciatrice azzurra della storia a salire sul podio in quattro diverse specialità nella Coppa del Mondo mettendo in bacheca 13 piazzamenti stagionali nei primi tre posti, superando un’altra grande fuoriclasse come Deborah Compagnoni. Nella scorsa stagione ha inanellato lo storico poker di successi consecutivi in discesa libera.


Sofia Goggia ha cominciato a cimentarsi con la neve ad appena tre anni, quando indossava tuta e scarpini di Tommaso, suo fratello maggiore, per emularne le gesta. Spesso si è descritta come “pasticciona” in pista, con errori – le cosiddette ‘goggiate’ – sempre all’ordine del giorno. Appassionata di politica, la sciatrice si tiene sempre informata sull’attualità ed è descritta da colleghe e amiche come una persona schietta e diretta, anche a costo di apparire a volte impopolare. Ha un cane, un pastore australiano di nome Belle, che spesso compare sui suoi contenuti social.

MOIOLI, LA PIONIERA DELLO SNOWBOARD AZZURRO

Michela Moioli è nata il 17 luglio 1995 ad Alzano Lombardo. Nei Giochi coreani del 2018, ha conquistato il primo oro olimpico di sempre nella storia dello snowboard azzurro. È stata anche la prima azzurra a vincere la Coppa del Mondo di snowboard cross (a cui si è aggiunto un secondo posto nell’edizione 2016/2017). Ha vinto anche quattro medaglie mondiali individuali: tre bronzi, a Kreischberg 2015, a Sierra Nevada 2017 e a Solitude 2019, e un argento a Idre Fjall 2021. Oltre a due argenti iridati nella prova mista, la prima volta in coppia con Omar Visintin e la seconda con Lorenzo Sommariva. Nella sua bacheca brillano anche tre Coppe del Mondo.

Michela Moioli ha iniziato a praticare snowboard all’età di otto anni. A dodici, è entrata nello snowboard club ‘Scalve boarder team’. Lì ha disputato le sue prime gare, avvicinandosi allo snowboard cross. Negli anni successivi ha cominciato a prendere parte alle prime competizioni di Coppa Europa fino alla tanto attesa chiamata della Nazionale. Ama anche lo skateboard, andare in palestra, leggere e andare al cinema con gli amici.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»