Autismo, convegno Ido riparte con il sostegno della commissione Sanità del Senato /VD

La senatrice Pd De Biasi: "Avete il mio sostegno e quello dell'intera commissione Igiene e Sanità in Senato, che ho l'onore di presiedere"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ido_congressoROMA – “Avete il mio sostegno e quello dell’intera commissione Igiene e Sanità in Senato, che ho l’onore di presiedere”. Così Emilia Grazia De Biasi, senatrice Pd, apre con i suoi saluti la seconda giornata di lavori del XVII convegno nazionale dell’Istituto di Ortofonologia (IdO) dedicato oggi al tema dell’autismo per presentare ‘Un progetto italiano per la terapia dei bambini’. È possibile seguire l’evento in diretta streaming nazionale sul sito www.ortofonologia.it. “Parlerete dei disturbi dello spettro autistico, che sono un tema da noi affrontato in Senato con grande vigore, forza e volontà. Siamo riusciti insieme alla Camera- continua la senatrice- a portare a termine una legge che giudico importante e di straordinaria civiltà, anche se non è finanziata come noi avremmo voluto ma si procede un po’ alla volta.

Abbiamo un altro elemento di grande importanza: i disturbi dello spettro autistico rientreranno nei Livelli essenziali di assistenza (Lea)- ricorda la presidente della commissione Igiene e Sanità del Senato-, quindi avremo modo di parlare e di discutere ancora sull’applicazione reale della legge, sulle metodiche e sui percorsi di sostegno e di cura ai disturbi dello spettro autistico e alle persone naturalmente che ne sono portatrici”.

L’autismo “è una sindrome e sappiamo perfettamente che richiede approcci e terapie molto differenziate. Vedo con grande piacere che affronterete oggi le diverse metodiche e i diversi approcci da differenti punti di vista- afferma De Biasi-, cosa che trovo di straordinaria importanza dal punto di vista psicologico, certamente, ma anche dal punto di vista osteopatico ad esempio.


Avrete una relazione non solo con il mondo medico strettamente inteso, ma con il mondo delle professioni. Per il riconoscimento di queste professioni c’è una legge che si sta discutendo in materia e questo è un altro elemento di speranza per poter affrontare i problemi che riguardano i bambini affetti da disturbi dello spettro autistico, e non solo”.

Una parte “importante” sarà affidata anche ai logopedisti: “Un’altra professione che intendiamo riconoscere con un albo, perché se lo meritano e perché c’è scientificità. C’è scientificità nell’osteopatia, nella logopedia e ovviamente nella psicologia- conferma De Biasi-. Ritengo molto moderno il lavoro che state facendo, molto importante, aiuterà anche le istituzioni a lavorare meglio perché da voi ci aspettiamo che ci aiutiate a capire quali sono i percorsi possibili, dove e come le istituzioni possano valorizzare gli importantissimi apporti della società.

Per esempio il lavoro con gli animali- continua De Biasi-, abbiamo scoperto grazie nelle audizioni fatte con tante associazioni che è un lavoro molto importante. Anche l’arte è un linguaggio molto importante e non c’è solo la parola, c’è il gesto, la postura, quella sensibilità che bisogna avere quando si vuole avere un approccio terapeutico corretto. Per corretto intendo umano. Per questo vi faccio un in bocca al lupo molto grande- conclude la senatrice-, siamo con voi, sono con voi e spero che avremo future occasioni di lavorare e confrontarci ancora insieme”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»