Coronavirus, il segretario generale dell’Onu: “Populismi e nazionalismi hanno fallito”

Antoinio Guterres apre l'assemblea generale delle Nazioni Unite: "La solidarietà è nel nostro interesse"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La pandemia di Covid-19 e’ “una prova generale delle sfide del futuro” e ha gia’ mostrato il fallimento di populismi e nazionalismi, contrapposti a un approccio scientifico: lo ha detto oggi il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, aprendo a New York i lavori della settantacinquesima Assemblea generale.

“In un mondo interconnesso e’ tempo di prendere atto di una verita’ semplice” ha detto Guterres: “La solidarieta’ è nostro interesse“. Secondo il segretario generale, “se non capiamo questo fatto perdiamo tutti”.

Guterres ha sottolineato il bisogno di “farsi guidare dalla scienza e di restare legati alla realta’”. Poi il riferimento agli errori che sarebbero stati commessi: “Il populismo e il nazionalismo hanno fallito; questi approcci per contenere il virus hanno spesso peggiorato chiaramente la situazione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»