Giornale radio sociale, edizione del 22 settembre 2020

Approfondimenti e notizie sul sociale su www.giornaleradiosociale.it
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

SOCIETA’ – Un Pasto al giorno. E’ l’iniziativa solidale che si terrà in 800 piazze in tutta Italia i prossimi 26 e 27 settembre. Ascoltiamo il servizio di Anna Monterubbianesi.

Un “pasto sospeso” per chi è stato messo in ginocchio dal Covid: I volontari della Comunità Papa Giovanni XXIII scendono in piazza per i nuovi poveri che dopo la crisi sanitaria hanno perso tutto. Sono molte le persone che fino a poco tempo fa riuscivano a cavarsela, seppur in un equilibrio precario, e che ora si ritrovano tra le fila di chi quotidianamente cerca un pasto. 1 milione secondo una stima di Coldiretti. Per questo il 26 e il 27 settembre nelle piazze italiane l’iniziativa ‘Un Pasto al Giorno’ sarà un’occasione di grande sensibilizzazione.

ECONOMIA – Gioventù bruciata. In Italia i giovani vivono una pesante crisi generazionale che si esprime nel tasso di laureati molto al di sotto della media EU, nell’alto numero di ragazzi e ragazze che non studiano e non lavorano, nelle cifre rilevanti dell’abbandono scolastico, e – per chi ha la fortuna di lavorare – nei bassi salari. Se ne parlerà domani al Festival dello sviluppo sostenibile durante un evento organizzato dal Forum Disuguaglianze Diversità

INTERNAZIONALE – Diritti primari. Con oltre tre milioni di persone bisognose di assistenza alimentare, il Burkina Faso è ufficialmente una emergenza umanitaria. Gli effetti del lockdown sull’economia locale hanno influito pesantemente su un Paese già segnato dall’insicurezza e dagli scontri tra gruppi armati e forze governative. Secondo Intersos, occorre intervenire tempestivamente per garantire alla popolazione l’accesso all’acqua e al cibo.

DIRITTI – Storia di Hope. Protagonista una giovane nigeriana costretta a prostituirsi in Italia. E’ stata salvata grazie ad una cooperativa di Milano e a una rete europea. Il servizio di Paolo Andruccioli
La sua è un’avventura tragica, che per fortuna ha un finale positivo, grazie all’impegno di 5 enti che costituiscono la rete del progetto Win, Trafficked Women Integration, finanziato dal Fondo dell’unione Europea finalizzato a favorire l’integrazione socio-economica di donne vittime di tratta a scopo di sfruttamento sessuale. Hope era partita all’età di 15 anni, da un piccolo villaggio della Nigeria. Aveva dovuto sottoscrivere un debito di 30.000 euro a copertura delle spese del viaggio. Giunta a destinazione è stata consegnata nelle mani della “Madam” di turno, la sua sfruttatrice che l’ha costretta a prostituirsi, 7 giorni su 7, su una statale dell’hinterland milanese per risarcire il debito. Dopo due anni di questa vita, Hope è riuscita alla fine a scappare ed è stata accolta dalla Cooperativa Lule, che l’ha salvata grazie anche a Win.

CULTURA – Nel nome del poeta. Rifilastrocche in cielo e in terra è l’album tributo a Gianni Rodari, realizzato da vari artisti appartenenti alla scena musicale italiana come Dente, Alessandro Grazian, I Camillas e molti altri. Uscito il 18 settembre tutti i ricavati delle vendite andranno all’impresa sociale con i bambini che destinerà i fondi ad interventi indirizzati a chi sta più in difficoltà.

SPORT – Sessant’anni di Paralimpiadi. Il Cip celebra il sessantesimo anniversario dei Giochi paralimpici di Roma. In programma una settimana di festeggiamenti per ricordare gli eventi e i protagonisti di una manifestazione che rappresenta una tappa fondamentale della storia del movimento paralimpico internazionale. Sul sito istituzionale e i canali social del Comitato verranno messi a disposizione anche testimonianze e documenti d’epoca.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

22 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»